Questo sito contribuisce alla audience di

Dolce alla Farina di farro di Carrube e Noci

Non tutti sanno che, la carruba, e' un ottimo succedaneo del cacao, per cui può tranquillamente soddisfare la golosità, senza ovviamente esagerare con le calorie e i grassi. Attualmente sono molti i prodotti dietetici che la utilizzano, e allora, perche' non proviamo a realizzare noi un dolce genuino e saporito? Ecco la ricetta di una torta molto particolare e gustosa, è che può degnamente sostituire tranquillamente la classica torta al cioccolato!!

Non tutti sanno che, la carruba, e’ un ottimo succedaneo del cacao, per cui può tranquillamente soddisfare la golosità, senza ovviamente esagerare con le calorie e i grassi.
Attualmente sono molti i prodotti dietetici che la utilizzano, e allora, perche’ non proviamo a realizzare noi un dolce genuino e saporito? Ecco la ricetta di una torta molto particolare e gustosa, è che può degnamente sostituire la classica torta al cioccolato!!
Ricordo le carrube, quando ero piccina, poiche’ nel mio palazzo abitava un signore di nome Gaetano, che possedeva una carrozzella, di quelle tipiche sorrentine su cui i turisti amano andare a passeggio, con un cavallo, e vicino alla cantina di casa sua, spesso c’erano accatastati sacchi di carrube, che utilizzava per il suo cavallo, solo piu’ tardi ho scoperto che la carruba non la mangiavano solamente i cavalli, e che è un legume anomalo poiché contiene in prevalenza carboidrati.
Il suo sapore è zuccheroso e ricorda vagamente quello del cioccolato, per cui può tranquillamente soddisfare la golosità, senza ovviamente esagerare con le calorie e i grassi.
In commercio infatti si trovano barrette dietetiche che utilizzano la carruba come sostituto del cioccolato.
E’ molto pratica da portarsi dietro, perché non sporca, non bagna e non fa odori particolari.
Richiede una lunga masticazione, e, questa caratteristica allunga ulteriormente il tempo necessario per mangiarlail che contribuisce ad aumentare il suo indice di sazietà.
Occorre fare molta attenzione ai semi perché sono molto duri e potrebbero danneggiare i denti.
L’albero di carrubo è un sempreverde dalla chioma ridondante. Perchè dia i suoi frutti occorrono molti anni, mentre per danneggiare la pianta basta poco, per questo appartiene alle specie protette. L’albero produce frutti (le carrube appunto) simili al bacello del fagiolo, ma di dimensioni maggiori.
Una volta giunto a maturazione il frutto diventa di colore marrone ed è pronto per essere consumato.
E’ dagli anni 80′ anche l’industria alimentare si è interessata alla carruba da cui utilizza la polpa per ricavare il “carcao”, che è appunto un succedaneo del cacao a basso contenuto di grassi, il “semolato”, che è la farina di carrube e si ottiene facendo essicare la polpa e poi tritandola e i semi, da cui ricava una gomma addensante che viene utilizzata in pasticceria.
In commercio potete quindi trovare biscotti, sciroppi, basi per il gelato, barrette dietetiche e creme spalmabili.
Alcune aziende (principalmente siciliane) hanno deciso di sfruttare questa risorsa producendo prodotti a base di carruba.
Se invece riuscite a trovare la farina, allora potete sbizzarrirvi nella produzione di creme e torte, usandola al posto del cacao in polvere.

Questa ricetta e’ tratta dal Blog di Prasad

Ingredienti

- per uno stampino da muffin lungo :
- 1 e1/2 tazze di farina farro
- 1/2 tazza di olio di semi di girasole
- 2 cucchiai rasi di lievito(cremortartaro)
- 3/4 tazza di malto oppure zucchero panela
- pizzico di sale
- latte di soia op. avena q.b.
- 1 tazza di carrube in polvere
- 5 noci bio

Esecuzione
Miscelate prima gli ingredienti asciutti, poi quelli liquidi, l’importante è che lasciate l’impasto molto morbido (abbastanza liquido) per ultimo aggiungere le noci un pò all’interno dell’impasto ed un pò sopra .

Portate il forno alla temperatura di 200° e quindi infornate cuocere la torta x una mezz’ora circa.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati