Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista Gastronomica a Pino Imperatore

Anche zio Pino, mi si e' concesso rilasciando la sua intervista gastronomica, e come avrebbe potuto dire di no? Ed ora scoprirete, e, sono davvero in tanti a chiederselo, cosa "gli danno a mangiare" prima di mettergli una penna in mano o di fargli organizzare un evento....

Pino Imperatore

Pino Imperatore
, umorista e scrittore, per sua definizione è un esempio di “emigrante al contrario”: Nasce a Milano nel 1961, e dopo appena due anni la sua famiglia si trasferisce stabilmente a Napoli.
In qualità di giornalista ha scritto per diversi quotidiani e periodici, inoltre ha collaborato con emittenti radiofoniche e televisive.
È autore dei libri umoristici In principio era il Verbo, poi vennero il soggetto e il complemento (Colonnese, 2001) con il quale ha vinto il premio Troisi per la scrittura comica nel 2001, Un anno strano a Roccapeppa (Kairós, 2004), Le mirabolanti avventure del Gladiator Posillipo (Cento Autori, 2007), La Trilogia del Buon Umore che comprende La catena di Santo Gnomo (Cento Autori, 2007) Questo pazzo pazzo pazzo mondo animale (Cento Autori, 2007) e Manteniamo la salma (Cento Autori, 2007).
trilogia del buon umore

Dal 2005 è responsabile della sezione “Scrittura Comica” del Premio Massimo Troisi .
Conduce a Napoli, con Edgardo Bellini, il “Laboratorio di scrittura comica e umoristica Achille Campanile” (www.scritturacomica.it).
Con lo stesso Bellini ha curato le antologie Quel sacripante del grafico si è scordato il titolo (Graus, 2005), e Aggiungi un porco a favola (Cento Autori, 2009) pino imperatore_eddybellini
Suoi racconti e battute sono apparsi in varie pubblicazioni, tra cui l’Agenda Comix, Scrive testi per il cabaret.
E’ fra i fondatori del GULP, ossia il Gruppo Umoristi Ludici Postmoderni,
De vulgari cazzimma - Cento Autori e’ del 2008.

Angie: - Quanto conta una buona alimentazione per il tuo lavoro?
Pino: - «Da uno a dieci?».
Sì.
«Dieci e lode».

Angie: - Hai mai pensato di scrivere un pezzo gastronomico? Naturalmente non un libro di ricette.
Pino: - «Proprio in questo periodo sto studiando le possibilità di cottura delle uova deposte dalle galline Araucana del Cile. Non sono uova normali, ma colorate: blu, verdi, addirittura rosa. Ne ricaverò un saggio dal titolo “Frittate arcobaleno”».

Angie: - Le tue esperienze lavorative?
Pino: - «Sono giornalista e lavoro in un ente pubblico. Nel tempo libero mi occupo di letteratura umoristica. Nel tempo occupato metto sulla porta il cartello con la scritta “Do not disturb”».

Angie: - Hai un ristorante o un locale dove preferisci andare a mangiare? Se sì, dove?
Pino: - «La masseria “La Sauda” a Caserta: piatti tipici della Campania, aria buona e tanto verde. E uno chef che ha fatto un patto con Dio».

Angie: - Sei mai stato a dieta?
Pino: - «Eh?». gulp
Angie: - Meglio carne o pesce?
Pino: - «Entrambi meritano il massimo rispetto. Come disse Totò: “Non ho mai commesso peccati, né di carne né di pesce”».

Angie: - Se fossi un dolce, quale saresti?
Pino: - «Uno struffolo».

Angie: - Vino?
Pino: - «Il Per’ ‘e palummo, il Caprettone e il Coda di Volpe: bestiali».

Angie: - Il tuo punto debole.
Pino: - «Te lo dico in privato».

Angie: - Nel tuo frigo che cosa non manca mai?
Pino: - «Il limoncello».

Angie: - Qual è il piatto che ti piace cucinare di più in assoluto?
«Il risotto alla pescatora».

Angie: - E quello che ti piace mangiare?
Pino: - «Le linguine ai frutti di mare».

Angie: - Come ti definiresti a tavola?
Pino: - «Piluccatore. Guai a lasciare un vassoio incustodito in mia presenza».

Angie: - Di cosa sei più goloso?
Pino: - «Del cioccolato».
cannella
Angie: - La cucina è fatta anche di profumi, essenze, odori. Ne hai uno preferito?
Pino: - «Il profumo della cannella. È inebriante».

Angie: - Non puoi vivere senza…
Pino: - «Sorrisi».

Angie: - Che cosa secondo te conta nel sedurre una donna? Una buona cena o anche il saper cucinare?
Pino: - «Tutt’e due. Più una candela a combustione lenta, molto lenta».

Angie: - Una tua ricetta.
Pino: - «Provola alla brace con una spruzzata di noci tritate: un piatto semplice, genuino e corroborante».

Angie: - L’ultimo libro che hai letto?
Pino: - «Ne sto leggendo tre contemporaneamente: “L’opera struggente di un formidabile genio” di Dave Eggers, “Infinite Jest” di David Foster Wallace e “L’incredibile viaggio di Pomponio Flato” di Eduardo Mendoza».

Angie: - Hobby?
Pino: - «Osservare il volo dei gabbiani».

Angie: - Qual è il tuo sogno più grande?
Pino: - «Incontrare nell’aldilà Stanlio & Ollio, Totò, Massimo Troisi, Groucho Marx, Jacques Tati e Charlie Chaplin».
Stanlio e Ollio

Angie: - Cosa ti dicono più spesso?
Pino: - «Pino».

Angie: - Ti fidanzeresti con una cuoca?
Pino: - «Mi stai facendo una dichiarazione d’amore?».

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti