Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Il testo della tua email cara angie hai idea di come si prepara lo zucchero filato??? ciao Enza

Domanda

Il testo della tua email cara angie hai idea di come si prepara lo zucchero filato??? ciao Enza

Risposta

Ciao, io in verita non l'ho mai provato ma ho trovato queste notizie che spero possano tornarti utili:
Disponiamo lo zucchero in una pentola, per 1kg di
zucchero: possibilmente in pezzi, aggiungiamo 1/4 di litro di acqua e 200 gr di glucosio. Lo lasciamo
dapprima completamente fondere a calore moderato poi aumenteremo la fiamma avendo l'accortenzadi mantenere ben pulita la parete interna del recipiente con un pennello imbevuto d' acqua e di togliere la schiuma che man mano andrà formandosi sulla superficie. Senza tali accorgimenti si comprometterebbe la buona riuscita della cottura e lo zucchero finirebbe per granire. Durante la cottura lo zucchero passa attraverso molti stadi, fino a raggiungere quello che viene chiamato caramello.
Gli stadi della lavorazione dello zucchero sono 5:
Filante: quando lo zucchero incomincia a densificarsi, quando cioè prendendone un po' fra il pollice
e l'indice, immersi precedentemente in acqua fredda, formerà un filamento piuttosto resistente.
Soffiato: quando immergendo una schiumarola nello stesso e soffiando fortemente attraverso fori,
si formeranno delle bollicine che si perderanno in aria
Palla Forte: quando continuando la cottura e ripetendo l'operazione di prima la pallottolina di
zucchero offrirà una maggiore resistenza.
Rompente: quando può essere frantumato in bocca , senza che aderisca ai denti. Caramello: quando lo zucchero , continuando a cuocere, assumerà una bella tinta bionda, ma non oltre.
Lo zucchero filato inoltre serve come guarnizione nella apsticceria. Da' un bell'effetto specialmente quando si raggiungono vari colori. Cuocete lo zucchero al grado di rompente e lasciatelo un po' raffreddare fino a renderlo ben denso. A questo punto immergete nello zucchero una frusta metallica, tirarla sù e agitarla avanti e indietro, con ampio gesto delle mani al di sopra di un matterello
unto di olio, in modo che lo zucchero si fissi al legno in fili sottili e resistenti. Ripetete le operazioni
fino a quando sarà a sufficienza.

vin*** - 18 anni e 6 mesi fa
Registrati per commentare