Questo sito contribuisce alla audience di

Schede di rete, cavi connettori

Una panoramica sui componenti di base

Dopo aver elencato le tipologie cerchiamo di
spiegare (anche con le immagini) le diverse scelte e soluzioni hardware.
Partiamo dal tipo 10Base2: come detto questa categoria utilizza cavi
coassiali (simili a quelli della TV). Questi cavi sono classificati per
dimensione (numero dopo la sigla RG), tipo (sigla che viene dopo il numero) e
impedenza misurata in Ohm (cioè la resistenza al passaggio della corrente). I
cavi per le reti hanno un’impedenza di 50 Ohm (contro i 75 Ohm di quelli
televisivi) e i più utilizzati sono i seguenti:

RG-58 A/U: Cavo coassiale sottile con conduttore in filo di rame
intrecciato.

RG-58 C/U: Come il precedente ma conforme alle specifiche militari; il
migliore.

Queste due tipologie sono appunto dette Thinnet (rete sottile) o 10Base-2. Una
rete di questo tipo è detta a bus (si veda foto) e presenta alcune
caratteristiche:

- il cavo può essere lungo al massimo 185 metri

- è possibile collegare insieme fino a 5 segmenti di cavo (925 metri)
utilizzando dei ripetitori

- solo tre segmenti su cinque possono essere utilizzati per connettere computer

- ad ogni segmento possono essere collegati fino a 30 postazioni (quini per un
massimo di 90 computer)

- i connettori sono di tipo BNC (British Naval Connector); si veda la foto.

Passiamo ora alla tipologia 10BaseT e 100BaseTX:

Per questa categoria vengono utilizzati cavi detti UTP (Unshielded Twisted Pair),
ovvero doppini non schermati che terminano con connettori di tipo RJ45 (identici
a quelli per le linee ISDN).

- il cavo UTP di Categoria 3 può trasmettere dati fino a 10 Mb/sec.

- il cavo UTP di Categoria 4 può trasmettere dati fino a 16 Mb/sec.

- il cavo UTP di Categoria 5 può trasmettere dati fino a 100 Mb/sec. (Fast
Ethernet)

- la lunghezza massima di ogni cavo è di 100 metri

- possono essere collegati fino a 1024 segmenti

- ad ogni segmanto può essere collegato un solo computer (quindi il totale è
di 1024 postazioni)

- la tipologia di rete è a stella (si veda foto)

Ribaltando il titolo del paragrafo abbiamo parlato prima dei cavi e dei
connettori, quindi spostiamo l’attenzione sulle schede di rete.

Queste sono dette anche NIC (Network Interface Card) e ne esistono vari
tipi: schede 10Mbit/sec PCI
o ISA), 10/100 Mbit/sec (le più versatili) e 100 Mbit/sec.

Le schede di rete a 10 Mbit/sec montano comunemente sia il connettore BNC sia
quello RJ45 e quindi sono compatibili con gli standard 10Base2 e 10BaseT; si
trovano in versione PCI
e ISA ma per praticità di installazione (ed eventualmente anche importabilità
su futuri PC) è consigliabile scegliere quelle su Bus PCI.
Infatti grazie a Windows 9X/Me e 2000 la procedura d’installazione risulta
nettamente più semplice rispetto al modello ISA, al quale bisogna (nella
maggior parte dei casi) assegnare manualmente un IRQ libero. Le altre due
versioni esistono solo in formato PCI
o PCMCIA (per notebook). Le più versatili e scalabili sono senza dubbio le
schede 10/100, che hanno un prezzo non di molto superiore alle 10 Mb/sec., e
quindi anche le più consigliate, ovviamente se non si vuole installare una rete
di tipo 10Base2.

Le categorie della guida