Questo sito contribuisce alla audience di

Cablare la rete

Come collegare i dispositivi di rete installati

10Base2

Per collegare fisicamente due o più PC con schede conformi allo standard
10Base2, e quindi con connettori BNC, si esegue lo stesso procedimento. Si monta
sul connettore BNC della scheda il connettore a T (si veda foto), che quasi
sempre è fornito insiema alla scheda stessa, e si collegano i due o più PC con
x segmenti di cavo coassiale [per esprimermi come sicuramente piacerebbe ai più
tecnici ed a Marco: se Y è il numero dei computer da collegare, allora X
(ovvero il numero dei segmenti di cavo) è uguale a Y-1]. Bisogna assolutamente
ricordarsi che alle due estremità della rete (per intenderci sui connettori a T
dei PC che delimitano a destra e sinistra la nostra rete) va montato il
terminatore (anche in questo caso si veda la foto).

10BaseT e 100BaseTX

Per hardware 10BaseT, 100BaseTX e 10/100 il discorso si può dividere in
collegamento di due PC o collegamento di più postazioni.

Nel primo caso è sufficiente collegare i due jack RJ45 del cavo UTP alle schede
dei due PC; io consiglio di utilizzare sempre categoria 5 anche per reti a 10
Mbit/sec. Così facendo sarà possibile conservare gli stessi cavi anche per
upgrade a reti a 100 Mbit/sec ed il costo è di poco superiore ai cavi di
categoria 3. Bisogna però prestare attenzione perchè per effettuare questo
collegamento diretto è necessario utilizzare un cavo incrociato (Cross),
all’interno del quale due coppie sono invertite rispetto al cavo dritto. Ho
riportato un immagine in cui viene spiegata la differenza fra un normale cavo
UTP ed un cross.

Per collegare più postazioni invece è necessario un altro apparato dotato di
più porte RJ45, al quale sono collegati tutti i cavi provenienti dalle schede
di rete montate sui PC. La rete quindi diventa a tutti gli effetti a stella.
Queste ’scatole ‘ ricevono e smistano i dati agli altri computer collegati.

Le categorie della guida