Questo sito contribuisce alla audience di

Andiamo ad Ancona

Protetta dal Monte Conero, vegliata dall’alto dal Duomo di S.Ciriaco, protettore della città, nasce sull’Adriatico Ancona, capoluogo delle Marche.

Angoli medioevali, edifici barocchi, tecnologia da anno 2000, testimonianze greche e romane: a dispetto dell’immagine che dà all’esterno di sé, che troppo spesso non le rende giustizia, Ancona affascina come poche altre città.

Il Monte Conero a due passi, con un Parco naturale e un’acqua limpida e cristallina che non ti aspetteresti da queste parti, fa compagnia alla città e la rende romantica, regalando albe e tramonti sul mare da far impallidire il più duro dei machi. E se poi vogliamo perderci nell’arte, basta fare due passi in centro, nella splendida Piazza del Papa (sede di un importante mercato di antiquariato), o alla Loggia dei Mercanti, o al Palazzo degli Anziani, o al Palazzo del Senato…

Ancona, fondata da esuli siracusani al tempo di Dionigi il Vecchio (si era attorno al 390 a.C.), ci regala anche importanti resti romani (che la conquistarono senza però intaccarne le forti origini greche) come l’arco di Traiano, eretto nel 115 da Apollodoro di Damasco.

Oggi la città, capoluogo di regione, si snoda attorno al proprio importante porto, e rappresenta una dei più importanti centri lungo la dorsale adriatica, ed è sede anche della più grande Università marchigiana (il Politecnico delle Marche).

Distanze in kilometri: Macerata 51, Pesaro 76, Urbino 103, Ascoli Piceno 122, San Marino 132, Pescara 156, Perugia 166, Ravenna 161, Roma 319, Firenze 263, Milano 426, Napoli 390.