Questo sito contribuisce alla audience di

Stefano Accorsi in teatro ad Ancona

Il dubbio, 12-15 marzo al Teatro delle Muse con la regia di Sergio Castellitto.

il dubbioIL DUBBIO
di John Patrick Shanley
traduzione Flavia Tolnay
adattamento Margaret Mazzantini

con
Stefano Accorsi
Lucilla Morlacchi
Nadia Kibout
Alice Bachi

regia Sergio Castellitto

scene Antonella Conte
costumi Isabella Rizza
disegno luci Raffaele Perin (A.I.L.D.)

John Patrick Shanley comincia a scrivere Il dubbio nel 2002 (pubblicato nel 2004), un anno dopo la tragedia delle Torri Gemelle e ambienta la storia in una scuola parrocchiale del Bronx nel 1964, un anno dopo la morte di J.F.Kennedy, (22 novembre 1963).
É un America che ha perduto padri e certezze. Un popolo, una comunità che cammina sul bordo di una paurosa assenza. É questo il senso più profondo di un testo lucidissimo eppure denso di pietà, costruito su una drammaturgia classica eppure attualissima grazie al “pretesto” della storia: una vecchia religiosa sospetta un giovane prete che insegna nella scuola dove lei è direttrice, di aver molestato l’unico ragazzino di colore dell’istituto.

Pedofilia, fede, verità, dubbio, purezza, paura, resurrezione. Queste sono le parole, questi sono i temi che compongono la straordinaria suspence emotiva di un testo dove non ci sono suore e preti ma uomini che fanno i preti e donne che fanno le suore. Dietro quell’abito bianco e nero che è insieme scudo e gabbia, si agitano esseri umani che cercano una via di uscita dalla trappola dei loro desideri e dei loro sospetti.
Ogni scena, ogni dialogo è un autentico combattimento e vittime e carnefici si scambiano i ruoli continuamente.

“Che cosa facciamo quando non ci sentiamo sicuri?” questa è la prima battuta che Padre Flynn, il giovane prete protagonista dice ai fedeli durante il sermone della domenica.
Si, che cosa facciamo quando tutto vacilla, quando la strada è perduta e l’illusione demolita? Che cosa facciamo, non l’11, ma il 12 settembre. Sergio Castellitto.

Per informazioni:
Teatro Stabile delle Marche
Tel. 071 52525