Questo sito contribuisce alla audience di

Civil War 6

Recensione di Civil War 6

Civil War 6 è il penultimo volumetto delle Guerra Civile che imperversa da mesi tra i supereroi della Marvel Comics.

Nella storia principale scritta da Mark Millar e disegnata da Steve McNiven,vediamo come i due schieramenti si preparano alla battaglia finale. I disegni di McNiven sono sempre più belli,perfetti sotto ogni dettaglio.

Mark Millar riesce,come sempre,a creare una trama con dei bei colpi di scena e ricca di momenti di pathos,anche se non risparmia qualche momento divertente tra Luke Cage,Spider-Man e Punisher.

Proprio il comportamento di Frank Castle,che uccide a sangue freddo due supercriminali che si volevano unire ai Vendicatori Segreti,fa capire a Capitan America che pur di arrivare al suo scopo è giunto a patti con un pazzo criminale. Proprio come ha fatto Tony Stark reclutando Venom,Deathstryke e gli altri supercriminali nelle sue fila.

Questo è sicuramente l’evento più importante dell’albo,ancora più importante della presa di posizione di Pantera Nera dalla parte di Cap o della neutralità di Namor e del Dottor Strange.

Gli schieramenti ormai sono pronti per fronteggiarsi,nel prossimo numero sapremo come finirà la Guerra Civile e quale sarà la sorte del Marvel Universe e dei suoi supereroi.

Ne “L’Imputato” di Jenkins e Lieber vediamo Speedball,che dopo essere stato ferito all’addome da un uomo che aveva perso il figlio nella tragedia di Stanford, inizia una sorta di trasformazione dei suoi poteri. Ma la vera trasformazione di Speedball è mentale,infatti il ragazzo alla fine della storia decide di registrarsi. Da alcuni elementi alla fine della storia inoltre sembra che lo stato mentale di Speedball non sia molto stabile.

Assistiamo anche all’ultimo atto di “Cellula Dormiente” sempre di Jenkins ma con le matite di Weeks e Nelson. Alla fine di questa storia capiamo che almeno apparentemente Norman Osborn sia stato controllato da qualcuno per attaccare varie volte gli Atlantidei. Rimane da vedere chi sia colui che ha controllato in questo modo il Green Goblin ma rimane sempre il dubbio che sia tutta una farsa del Folletto Verde che ha fatto dell’inganno la sua arma migliore.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti