Questo sito contribuisce alla audience di

Oltre il Buio - Intervista a Stefano Morandini

Intervista a Stefano Morandini, regista, sceneggiatore e produttore del corto su Spider-Man intitolato "Oltre il Buio"!

marvel comics video, oltre il buio, spider-manCiao Stefano, prima di tutto presentati ai lettori del mio sito sulla Marvel.
Ciao mi chiamo Stefano Morandini, ho 31 anni e sono di Roma. Da sempre ho avuto una grande passione per i fumetti, i cartoni animati giapponesi e i blockbuster movies. Trovo il cinema, nel mio caso i cortometraggi, un ottimo mezzo di comunicazione per raccontare le mie storie. Per questo motivo nel 2005 ho frequentato e concluso un corso di regia cinematografica a Cinecittà Studios.

Com’è iniziato il progetto di fare un corto su Spider-Man intitolato Oltre il Buio?
Avevo l’intenzione di girare un cortometraggio tratto da uno dei miei fumetti preferiti, e all’epoca la scelta cadde su Spider-Man o meglio… su Peter Parker: il classico nerd che un giorno si ritrova ad avere un grande potere con delle grandi responsabilità. Volevo rappresentare la storia di un ragazzo che soffre per la perdita della persona amata, che si sente smarrito e non ha più la forza di voler combattere… di andare avanti. Volevo raccontare Peter Parker.

Il vostro corto, in confronto ad altri basati solo sull’azione, è incentrato anche sulla psicologia di Peter Parker, sulle sue perdite, è stato difficile scrivere e filmare queste parti?
Quando si tratta di Spider-Man/Peter Parker parti avvantaggiato: leggi per una vita tantissime storie incentrate sulla psiche di questo personaggio che ne diventi il suo strizzacervelli personale. Sai chi è, lo conosci veramente come se fosse una persona reale! E’ questa la grande forza dell’arrampicamuri: non sono le acrobazie, i pugni o le ragnatele. E’ la sua forte caratterizzazione a renderlo tanto umano quanto spettacolare. Percui non ho avuto enormi difficoltà a scrivere parti incentrate sulla psicologia di Peter. Il girarle poi è stato abbastanza semplice, ma grazie al fatto che, prima di filmare queste parti, insieme agli attori abbiamo analizzato e discusso a lungo sull’introspezione dei personaggi della storia.

Vi siete ispirati a qualche storia dell’Uomo Ragno in particolare per realizzare la sceneggiatura del fan movie?
In particolar modo a IL REGNO, ma anche a L’ULTIMA CACCIA DI KRAVEN e, sebbene non abbia a che fare col genere, ad AMON, l’anime di Devilman… questi elementi sono state utili fonti d’ispirazione .

Quale ruolo hai avuto nella realizzazione del fanmovie e chi sono gli “attori” che vediamo nel corto?
Sono lo sceneggiatore, il regista e produttore del corto. Gli attori sono miei amici: Massimo del Signore (Peter), attore di teatro; Sara Carallo (MaryJane) attrice di cortometraggi, videoclip e di teatro, Luca Vecchi (Goblin) regista e attore di cortometraggi, videoclip.

Come mai la scelta di usare il Goblin come “nemico” e di usare Harry Osborn, in una versione che si discosta un po’ dal personaggio “classico” dei fumetti, al posto del padre Norman Osborn?
Beh… Goblin è la nemesi dell’Uomo Ragno. In un’ottica semirealistica il costume classico del folletto verde sarebbe stato abbastanza ridicolo percui abbiamo cercato di renderlo credibile, plausibile. Inizialmente doveva essere Norman Osborn, ma non riuscendo a trovare un attore “adulto”, ho puntato sulla figura del figlio. Uno scontro tra coetanei. Sinceramente mi piace più questa versione di Goblin che quella ipertecnologica di Sam Raimi. Qualcuno poi ha detto che Harry nel corto è troppo schizzato…avete mai visto il ghigno del Goblin di Kirby e di Buscema? Se non è fuori di testa uno così…

Come si è svolta la produzione del corto? C’è qualche aneddoto particolare che ci vuoi svelare?E’ stata piena di imprevisti che non sto ad elencarti. Ostacoli su ostacoli che mettevono a dura prova la mia pazienza, per la serie “ma chi me lo ha fatto fare”. E’ stato l’unica volta in cui ho pensato che un produttore vero e prorio sarebbe stato molto utile perché i problemi andavano oltre all’aspetto tecnico. Cavoli, è stata dura ma alla fine la soddisfazione per aver concluso il tutto è tanta.

Hai in programma di realizzare altri corti sui personaggi della Marvel?
Per il momento no.

Visto che hai fatto un fanmovie su Spider-Man, qual è il tuo parere sui tre film di Spider-Man diretti da Sam Raimi?
Amo i primi due Spider-man mentre odio il terzo capitolo. La decisione della Sony di fare il reboot cinematografico del ragnetto con Mark Webb alla regia è una mossa azzardata ma giusta: secondo me Raimi e tutto il cast erano arrivati alla frutta.

Grazie mille per l’intervista e come dice qualcuno Gabba Gabba Hey!

Ed ecco il corto “Oltre il Buio” su Spider-Man opera di Stefano Morandini!

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti