Questo sito contribuisce alla audience di

L'insegnante efficace

Le parti più significative della ricerca voluta dal Ministero dell'Istruzione e del Lavoro inglese.

Pubblicata in Gran Bretagna nel Giugno del 2000,
la ricerca è stata avviata senza nessuna idea precostituita
delle competenze e delle caratteristiche che determinano l’efficacia
nell’insegnamento.

Alla diffusione in Italia dei risultati della ricerca ha contribuito
l’ A.D.I. (Associazione Docenti Italiani)

Secondo i dati forniti da questa Associazione, la ricerca ha utilizzato
un approccio empirico, ha sfruttato metodi di ricerca consolidati
e ha interessato un campione significativo di scuole e un’ampia
gamma di insegnanti.

Il risultato più importante conseguito dalla ricerca è
stato, senza alcun dubbio, l’aver individuato e definito quell’insieme
di fattori che costituisce un valore aggiunto nel processo di
insegnamento/apprendimento.

Tale risultato è stato ottenuto osservando i comportamenti
degli insegnanti del campione e comparando i livelli di apprendimento
degli alunni all’inizio e alla fine dell’anno scolastico.

Sono stati analizzati i titoli e la carriera degli insegnanti,
le loro competenze didattiche, le loro caratteristiche professionali
e il clima delle loro classi.

La ricerca ha utilizzato l’osservazione in classe, interviste,
questionari, raccolte di dati personali e scolastici.

I dati relativi al progresso degli alunni sono stati raccolti
e analizzati tenendo conto del contesto della scuola.

Secondo la descrizioni degli alunni di tredici anni, un buon insegnante………

- è gentile

- è generoso

- ti ascolta

- ti incoraggia

- ha fede in te

- sa mantenere il segreto

- ama insegnare ai ragazzi

- ama le materie che insegna

- impiega tutto il tempo necessario per spiegarti le cose

- ti aiuta quando sei in difficoltà

- ti dice come vai

- ti lascia parlare

- non ti trascura

- tiene conto delle tue opinioni

- ti fa sentire bravo

- tratta tutti in modo giusto

- ti difende

- ti dà credito

- dice la verità

- sa perdonare