Questo sito contribuisce alla audience di

Il giorno della memoria

Essere presenti nei luoghi che ricordano quel periodo storico, percepirne le sensazioni e le emozioni per sentirsi più coinvolti

Nei libri di storia ci spiegano come si sono svolti determinati fatti, come si sono evolute le diverse epoche storiche e che cosa hanno lasciato lungo il loro cammino. I musei ci aiutano a comprendere meglio come si viveva in quei periodi, cosa si faceva e a cosa si aspirava. La visita negli stessi posti che abbiamo studiato a scuola ci da un quadro ancora più completo. E con la psicometria possiamo rivivere le sensazioni provate da chi era presente, o percepirne ancora la presenza.

 

E’ accaduto durante la visita ad un campo di concentramento in germania, quando uno dei visitatori ha tentato di applicare la psicometria al luogo dove si trovava. Ne sono risultate due sensazioni piuttosto forti: la prima, la visualizzazione di com’era il campo di concentramento in quei tempi, la seconda, più intensa, la  chiara distinzione di voci, grida disperate di coloro che vi erano stati rinchiusi. In questo modo è possibile entrare realmente nel profondo della storia e riuscire ad avere la reale percezione di come gli eventi possono cambiare per sempre il corso della stessa.

 

L’uso della psicometria può svelare una quantità di cose inimmaginabile, per questo è consigliato saperla usare ed applicarla sapendo quali ne saranno le conseguenze.

Ultimi interventi

Vedi tutti