Questo sito contribuisce alla audience di

La Merkaba - Gli ultimi tre respiri

Ci siamo! Siamo pronti per l'ultima serie di respiri che compongono la Merkaba!

La parte più bella, più intensa ed efficace! Composta “solo” da tre respiri, ma sono i respiri che permettono di accendere l’astronave e di partire per la nuova dimensione. Ricordiamo che la Merkaba è una tecnica di meditazione che permette di elevarci, e di passare dalla terza dimensione, quella in cui ci troviamo ora, alla quarta dimensione, che implica un’enorme salto evolutivo.

 

Per questa ultima serie dobbiamo cambiare la posizione delle mani: l’uomo deve mettere il dorso della mano sinistra sopra il palmo della mano destra, le dita si fermano alla base della mano destra. Per la donna, è l’opposto… la mano destra sopra la sinistra. Uniamo poi le punte dei pollici, senza esercitare troppa pressione.

 

Immaginiamoci all’interno del tetraedro di base, il triangolo con il vertice superiore deve iniziare dalle nostre ginocchia e terminare un palmo di mano sopra la nostra testa; il triangolo inferiore inizia dalla linea dei capezzoli e termina un palmo di mano sotto i piedi.

 

Con il primo respiro, ripetiamo a mente “stessa velocità”: questo fa si che le due figure geometriche ruotino, uno in senso orario e l’altro in senso opposto, alla stessa velocità. inspiriamo ed espiriamo lentamente. Con il secondo respiro, ripetiamo a mente “trentaquattro ventuno”: in questo modo le due parti della figura aumentano velocità ruotando uno più veloce dell’altro. Completiamo il respiro, e quando inziamo l’ultimo respiro, ripetiamo “nove decimi la velocità della luce”. In questa fase potremmo avvertire la sensazione di essere dentro ad un “frullatore”. Questo perchè abbiamo attivato appieno l’energia della Merkaba che ora è pronta a dare i suoi risultati.

 

Può accadere che avvertiamo la sensazione di cadere o di essere “sparati” da qualche parte, non preoccupiamoci… la nostra “astronave” ci sta già accompagnando nel nostro viaggio.

 

Ora che abbiamo attivato, attraverso l’esecuzione di tutti i respiri, la Merkaba, essa va “mantenuta” ripetendo la procedura entro 48 ore, almeno per un mesetto. Se ciò non avviene, essa perde di efficacia e bisogna ripartire daccapo. Trascorso questo periodo di consolidamento, la Markaba può essere richiamata mentalmente attraverso la parola stessa “Merkaba”, e gli effetti sono esattamente quelli ottenuti dall’esecuzione della respirazione completa.

 

Buon Viaggio Fratelli!

Ultimi interventi

Vedi tutti