Questo sito contribuisce alla audience di

"HELICOBACTER PYLORI" ED ULCERA GASTRICA

Come può sopravvivere il batterio e come si riconosce

L’helicobacter pylori è un batterio a forma di spirale, che può trovarsi all’interno dello stomaco e, più precisamente, vicino al piloro, zona più bassa dello stomaco, in cui si trova la valvola che permette il passaggio del contenuto gastrico nell’intestinuo tenue (piccolo intestino).
Fino a pochi anni fa si riteneva che nello stomaco, ricco di enzimi e di acido cloridrico, non potessero vivere germi. Si è scoperto invece che questo batterio vi si può annidare e che possa addirittura ulcerarne le pareti.
Ma come è possibile che possa sopravvivere in questo ambiente ?
E’ possibile, perchè questo microrganismo possiede un enzima, l’ureasi, che gli permette di penetrare nella mucosa dello stomaco. Dando poi, per fermentazione, origine ad urea ed anidride carbonica, l’acidità gastrica viene in parte “tamponata” e viene così favorita la moltiplicazione del germe e l’erosione della mucosa dello stomaco.
Tutte le ulcere sono causate dall’ helicobacter pylori ?
No, solo una parte. Ed è grazie alla possibilità di effettuare esami abbastanza attendibili che si può riuscire a sapere se lo stesso germe sia o no presente.
Quali sono gli esami più comuni per mettere in evidenza la presenza del batterio?
-La gastroscopia, che permette di esaminare visivamente la mucosa e di potere effettuare un prelievo di piccole parti della stessa, che verranno esaminate al microscopio, dopo opportuni trattamenti.
-L’esame del sangue, ricercando la presenza di anticorpi specifici anti-helicobacter.
-Il breath test ( test del respiro ) che misura la quantità di anidride carbonica viene emessa dal Paziente in esame, dopo avergli somministrato “urea marcata”. Quest’esame viene effettuato in due prove consecutive.
La terapia per combatterlo è essenzialmente antibiotica.

Ultimi interventi

Vedi tutti