Questo sito contribuisce alla audience di

LA MEDUSA

Se aderisce alla cute provoca sintomatologia dolorosa e "urticante"

Come tutti gli animali marini può provocare lesioni fastidiose e dolorose, ma raramente è causa di manifestazioni di carattere generale.
Il contatto con i suoi tentacoli, provvisti di capsule contenenti liquido urticante, fa sì che il liquido stesso venga liberato a livello della cute dell’uomo.
Questo liquido provoca reazioni locali e sintomi che normalmente sono di prurito, di dolore e di bruciore, che possono raggiungere intensità elevate.
La cute si arrossa e diviene edematosa (gonfia) in poco tempo e nella stessa zona possono seguire delle lesioni chiamate flittene (bolle ripiene di liquido).
Come bisogna comportarsi ?
Innanzitutto bisogna evitare di cercare di ripulire la zona colpita, cercando di allontanare eventuali residui di capsule, perchè queste manovre potrebbero fare aumentare la sintomatologia dolorosa.
Bisogna invece, dato che le sostanze “urticanti” sono termolabili (si deteriorano con il calore), applicare impacchi caldo-umidi.
Tale manovra migliorerà, in non lungo tempo, la sintomatologia.
In un secondo tempo, se sarà necessario, si potrà prestare attenzione agli esiti della lesione, per evitare eventuali sovrainfezioni, specialmente in presenza di flittene.

Buone nuotate !

Ultimi interventi

Vedi tutti