Questo sito contribuisce alla audience di

Domande e risposte sul metodo Buteyko

Spesso durante i corsi mi vengono poste le solite domande ...............

Ogni volta che faccio un corso del metodo Buteyko mi vengono poste quasi sempre le stesse domande e quindi credo sia importante riferirne anche qui qualcuna, e per coloro che ne fossero interessati quindi le risposte.

La prima domanda che un po’ tutti fanno è come possa il metodo con dei facilissimi esercizi “cambiare”così radicalmente situazioni anche vecchie che si protraggono magari da tanti anni e tutto questo con solo due semplicissimi esercizi di un quarto d’ora al giorno ! ? ?

———————————–

Innanzittutto spesso, queste domande arrivano da persone che stanno in quel momento frequentando il corso e quindi sperimentando già gli esercizi, quindi la loro sorpresa è veramente grande quando si accorgono della semplicità e della concretezza del metodo.

Sembra a loro impossibile che esercizi così come quelli che stanno sperimentando riescano a sconvolgere con estrema semplicità una situazione così radicata da una patologia che magari si trascinano da tanto tempo senza successi.

Non a caso gli asmatici vengono spesso considerati a torto dei malati “cronici” , Buteyko si ribellava anche solamente a questa affermazione !

L’asmatico, infatti, è un organismo che in carenza di scambi respiratori corretti fa di tutto per tutelare la propria sopravvivenza attuando tutte quelle strategie in suo possesso per ripristinare al meglio gli scambi gassosi attuando una reazione di risposta che si chiama Brocospasmo .

Ma torniamo alla “forza” degli esercizi . . . . . bisogna partire dal fatto che il nostro Organismo ha memoria e quindi se si “allena ” a fare determinate cose poi le riprodurra’ con sempre più facilità e comunque nel migliore dei modi .

Noi in fondo siamo proprio come degli atleti che magari durante la settimana ci alleniamo e poi la domenica facciamo la gara al meglio…….solo che la nostra gara si chiama Corsa alla SALUTE !

Il premio poi è enorme e credo che proprio niente possa avere un valore più grande.!

Così due piccoli esercizi al giorno…. giorno dopo giorno riescono a ripristinare piamo piano uno stato di salute che prima non poteva nemmeno essere sperato…..e questo con semplicità ed efficacia.

E così,semplicemente , ci si rende conto di non avere più bisogno di alcun medicinale !

—————————–

Un’altra domanda che proprio tutti coloro che sperimentano il metodo mi fanno è………….. ma come è possibile che un metodo così efficace, che gia’ in due giorni di corso mi ha fatto vedere dei grossi cambiamenti possa essere “snobbato” dai medici e dai mass media che parlano, parlano di tutto e non di una cosa così straordinaria ?

Di questa domanda ho ricevuto anche delle e-mail sulla posta della guida…mi rendo conto anche io di come possa sembrare impossibile che un Metodo che senza l’uso di medicinali e solo con semplici esercizi riesca a risolvere patologie così importanti e ritenute fino ad ieri “croniche” non venga preso in seria considerazione..

Sono troppi gli interessi che “ruotano” intorno alla salute delle persone ……

Pensate soltanto quanto possa “rendere” un malato cronico o ritenuto tale alle case farmaceutiche!

Pensate quanto si potrebbe anche solo risparmiare (come stato) facendo guarire queste persone dalle loro patologie e senza l’uso di medicinali (e tutto cio’ senza neanche parlarne su di un piano etico!)

Durante i corsi si insegnano dei sistemi, studiati espressamente da Buteyko, per “monitorare”da vicino attimo per attimo la “risposta” del nostro organismo a gli esercizi e quindi nasce da questo accurato controllo lo stupore delle persone che effettuando gli esercizi si rendono conto da subito che qualcosa di importante sta cambiando nella risposta del proprio organismo.

Quindi domande o affermazioni come queste sono legittime ed anzi consequenziali al miglioramento che sempre avviene sin dal primo esercizio ben eseguito.

———————————-

Durante il corso poi si spiega con semplicita’ ma con concretezza come avvengono gli scambi respiratori e le domande sono molte e molto interessanti e denotano quanta carenza ci sia nell’informare o tramite la scuola o tramite i propri medici ogni paziente che avendo una patologia ha il diritto di conoscere cosa gli sta accadendo!

Anche solo il conoscere i meccanismi che scatenano una patologia potrebbero portare ogni paziente a creare una reazione di risposta ad un nemico che finalmente conosce e puo’ provare a sconfiggere!

———————————–

:

Argomenti

Link correlati