Questo sito contribuisce alla audience di

DALLA " CFS" SI PUO' USCIRE VINCENTI...........................

Con il metodo BUTEYKO si può dare un vero colpo di maglio alla CFS ripristinando la salute in molte delle zone dove patologicamente è stata perduta...........................il metodo infatti opera con efficacia e con molta semplicità su tutto l'organismo che specialmente in coloro che hanno quasta sindrome si trovano con molte situazioni di dolore e di disagio.

La CFS (Sindrome da stanchezza cronica),spesso si comincia a manifestare con sintomi molto subdoli a volte anche di non rilevante entità: mal di testa, debolezza, svogliatezza, scarsa energia.

Se l’organismo viene spinto al di sopra delle sue reali possibilità può capitare di incappare anche nella sindrome da sovra allenamento la quale da gli stessi sintomi.

In entrambi i casi l’organismo è stato spinto oltre le sue possibilità per la necessità sopperire ad un bisogno per un impegno gravoso (una gara oppure un lavoro) e a causa di uno stress….(dovuto a molteplici cause)

Attualmente la medicina Allopatica da una definizione di stanchezza cronica a coloro che hanno :

una stanchezza cronica persistente da almeno 6 mesi e che non permette di svolgere le normali attività che il soggetto espletava precedentemente.

Sono associati alla CFS: disturbi della memoria e della concentrazione, faringite, dolori ai linfonodi, dolori muscolari ed articolari senza infiammazione, sonno non ristoratore, stanchezza eccessiva per 24 ore dopo esercizio fisico.

Non si conosce la causa scatenante della sindrome,ma si ritiene che alla base vi sia un disturbo del sistema immunitario dovuto alla reazione avuta da uno stress prolungato ,subdolo,oppure violento .

Spesso a monte c’è un infezione(spesso la mononucleosi) che a volte celata e non adeguatamente trattata ha intaccato il sistema immunitario tanto da evidenziare molti sintomi che insieme formano questa sindrome.

Puo essere da innesco anche una intossicazione chimica oppure alimentare.

Purtroppo sono colpiti prevalentemente da questa sindrome molti giovani e donne in un età media compresa tra 35 e 40 anni.

Anziani e bambini non ne vengono colpiti.

Cosa possiamo fare per alleviare la reazione dell’organismo spesso dolorosa e non solo a questa sindrome ?


Buteyko
propone con i suoi esercizi di ripristinare due importantissime reazioni dell’organismo che a causa dei cattivi scambi gassosi sono venute meno…….

La prima è la riattivazione del sistema immunitario il quale è già di per se in grado di alleviare ,se rifunziona al meglio molte problematiche.

La seconda è la restituzione dell’ossigeno a tutti i livelli cellulari ristabilendo normalità per quanto riguarda la reazione sonno/veglia per migliorare la qualità del sonno.

Non va dimenticato che questo miglioramento di ossigenazione a tutti i livelli opera anche e soprattutto sul sitema muscolare sciogliedo i dolori grazie alla vasodilatazione indotta dall’aumento della CO2 dovuta a gli esercizi BUTEYKO:


Si sa infatti che aumentando la percentuale di CO2 si può ottenere un aumento di assunzione di ossigeno da parte delle cellule con migliorie a tutti i livelli e in tutti gli organi con un chiaro sollievo da molte sintomatologie dolorose e non.

E’ chiaro che il miglioramento non avviene immediatamente ma avviene in un tempo che è proporzionale al tempo dal quale il soggetto è ammalato dalla patologia.

Con molta pazienza si noteranno subito dei miglioramenti che via via si faranno sempre più marcati.

Non solo la sfera fisica avrà serie modificazioni ma anche la sfera psicologica visto che spesso queste sindromi sono accompagnate da patologie anche psicologiche dovute al grande ulteriore stress accumulato dalle varie componenti sia di dolore che di mancato sonno.


Il respiro
di coloro che soffrono di questa sindrome spesso è un respiro troppo frequente e troppo corto.


I soggetti iperventilano e spesso non se ne accorgono nemmeno…..al mattino a volte si alzano con la bocca secca e con una stanchezza veramente grande tanto che sembrano appena usciti dal lavoro….e non che si stiano alzando per affrontare una nuova giornata con nuovi impegni.

Cercano di sopperire con caffè o sostanze che possano “svegliare” dando loro un pò di tono.

Durante la giornata però rischiano di addormentarsi a causa della stanchezza accumulata.

Una delle prime reazioni a gli esercizi del metodo è l’induzione del sonno grazie all’attivazione del sistema parasimpatico che avviene naturalmente grazie al tipo di esercizi che il Dott.Buteyko ha scoperto e che hanno proprio questa peculiarità…..infatti spesso appena si inziano gli esercizi si incomincia a sbadigliare ed a volte se si fanno prima di andare a letto ci si addormenta proprio.


Ritrovare il sonno ristoratore è per coloro che soffrono di CFS un primo bellissimo regalo perchè solo chi sa cosa vuol dire non dormire sa che problema e che dolore sia !!!


Comunque l’ammalato di CFS non ha solo questo tipo di problemi ma spesso soffre anche di improvvisi mal di testa ed allora bisogna che egli metta in atto anche gli esercizi di Pronto Soccorso che sono in grado in un tempo brevissimo di intervenire in modo radicale ed efficace su problematiche dolorose come ad esempio un mal di testa.

Grazie ai molti tipi di esercizi ideati dal Dott.Buteyko per le diverse problematiche ed i diversi bisogni, ogni ammalato di CFS è in grado di scegliere quale sia il “SUO” esercizio in quel momento per quel suo problema specifico!

Potrà così in modo lento ma inesorabile,sconfiggere la sua patologia e potrà ritornare a gustarsi la vita al meglio ed in piena salute.

.

Argomenti