Questo sito contribuisce alla audience di

POLIPI NASALI

Un problema frequente, spesso risolvibile con facilità e che invece viene affrontato chirurgicamente con fortissime possibilità di ricaderci nuovamente . Infatti tutti sono"informati" che possono capitare LE RECIDIVE un modo carino per dire : BEH CHE CI VUOI FARE , ALMENO CI ABBIAMO PROVATO !


POLIPI NASALI

Un problema frequente, spesso risolvibile con facilità e che invece viene affrontato chirurgicamente con fortissime possibilità di ricaderci nuovamente .

Infatti tutti sono”informati” che possono capitare LE RECIDIVE un modo carino per dire :


BEH CHE CI VUOI FARE , ALMENO CI ABBIAMO PROVATO !

Ma torniamo ai nostri polipi . . . . anche su i libri di testo universitari si denota una carenza di conoscenze delle cause scatenanti di questa patologia e si lascia il tutto ad una laconica quanto scarna descrizione della sua patogenesi…..

 

 

 

(Da “MALATTIE DELL’APPARATO RESPIRATORIO” Seconda edizione Mc Graw-Hill Libri Italia)

I polipi nasali sono neoformazioni peduncolate che hanno origine dalla mucosa nasale o sinusale .

L’eziologia è spesso oscura;tuttavia la patogenesi è verosimilmente infiammatoria, come indicato dalla frequente associazione con forme diverse di rinite o rinosinusite.

Non è rara l’associazione con l’asma:circa il 20 % dei soggetti con polipi nasali ne è affetto………….

 

 

Come si può vedere dallo scritto precedente si ammette di non conoscere il perché della formazione di queste escrescenze nasali .

Se si continua nella lettura della parte dedicata al quadro clinico di questa problematica nasale ci si accorge di come comunque nello scritto esista la chiave di lettura corretta del perché questa malattia si è verificata.

La lettura corretta la potrebbe fare però solamente il Dott. Buteyko oppure un suo buon istruttore che attraverso la teoria del metodo dimostrano che l’organismo prepara “SBARRAMENTI” naturali alla perdita di quantità troppo elevate di CO2 dovute all’iperventilazione . . . . . . . quindi anche il polipo rientra in una di queste strategie OSTRUTTIVE E CONSERVATIVE .

Ed ecco la frase estrapolata dallo stesso testo che conferma indirettamente ma inequivocabilmente ciò che si diceva:

 

…..Quando il loro numero e le loro dimensioni aumentano,il sintomo principale è la stenosi nasale prevalentemente espiratoria con ipo - o anosmia; cefalea e ipersecrezione possono essere presenti quando vi è una sinusite concomitante……………..

 

Come si può notare il problema si presenta sempre anche quì come nell’asma con il “broncospasmo” in fase ESPIRATORIA questo a dimostrazione della “chiusura ” operata dall’organismo alla perdita della CO2 .

Ma mentre nell’asma tutto si “risolve” dopo l’attacco grazie alle ritrovate percentuali di CO2 (se l’attacco si è risolto senza Broncodilatatori!!!!!!) riottenute grazie al tempo durante il quale i condotti respiratori sono stati fortemente ridotti dando la possibilità all’organismo di ricreare le scorte sufficienti di CO2 ,nella poliposi nasale il problema rimane e l’organismo tenta di arginare tali perdite frapponendo ostacoli alla fuoriuscita del prezioso gas (L’Anidride carbonica) ostacoli che non sono solamente individuabili nei polipi veri e propri ma anche il muco ,l’ipersecrezione hanno la stessa funzione.

Andiamo adesso a vedere la TERAPIA CONSIGLIATA dal libro !

 

Terapia

Il trattamento di scelta è l’exeresi chirurgica tuttavia frequenti sono le recidive.


Le forme con abbondante infiltrazione eosinofila si riducono notevolmente in seguito alla somministrazione topica di corticosteroidi .

 


Non entrando in merito sul giudicare il da farsi in caso di poliposi nasale che non sta certo a noi di una cosa però si può stare certi che il metodo Buteyko ha già dato moltissime risposte positive nella poliposi nasale ed anche a quelle persone che sono venute ai corsi malgrado avessero gia fatto l’operazione chirurgica ed avessero gia recidive la cui situazione era a detta loro “PUNTO E DI NUOVO A CAPO”. . . . .

Il metodo Buteyko lavorando sulla CAUSA del problema fa in modo che sia l’organismo stesso a risolvere il problema proprio nel modo inverso in cui l’aveva generato .

Il nostro organismo è molto più facile a modificarsi di quello che si pensa

Ed infatti non appena si accorge che stiamo prendendo una GIUSTA ABITUDINE ecco che immediatamente comincia a dare risposte veloci e positive che le si possono monitorare da subito.

Non appena si iniziano gli esercizi l’organismo ha un immediato cambiamento e grazie al metodo di misurazione inventato da Buteyko si può subito comprendere se la strada intrapresa sia positiva o no.

Se posso darvi un consiglio serio e spassionato ,se siete affetti da poliposi nasale prima di intervenire in modo radicale provate “dolcemente” a risolvere il vostro problema solamente respirando !

Si ho detto respirando E BASTA !

Questo è il messaggio che Buteyko ci ha lasciato RESPIRIAMO MEGLIO PER VIVERE DI PIU’ !

 

 

  Saluti anche da Cyrano.. … .

 

Visto che parliamo di polipi nasali che ne pensate di una ricetta sul POLIPO ?????

 

 

OKTAPODHI KRASATO (Polipo al vino rosso)

origine: Grecia

Tempo di Preparazione: 10 min.
Tempo di Cottura: 1 ora

Calorie: 282 calorie a porzione
Costo: economico

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
- 1 polipo (DI MARE !!!!) da 800 gr
- 1 bicchiere di vino rosso
- 3 spicchi d’aglio
- 1 tazza di passata di pomodoro
- una manciata di olive nere
- 2 cucchiai di semi di finocchio
- 2 chiodi di garofano
- 3 cucchiai di prezzemolo tritato
- olio di oliva
- sale
- pepe
1. Pulite il polipo, eliminate il becco e gli occhi e battetelo leggermente con il batticarne. Poi, tagliatelo a tocchetti.
2. Sbucciate l’aglio, tritatelo e rosolatelo in un tegame con 4 cucchiai d’olio. Unite il polipo e fatelo rosolare. Aggiungete la passata di pomodoro, prezzemolo, chiodi di garofano, semi di finocchio, bagnate con il vino e cuocete su fiamma dolce per 50 min.
3. Una volta addensata la salsa, unite le olive, insaporite con sale, pepe e cuocete per 5 min.
 

.

 

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • alice setti

    20 Nov 2008 - 17:36 - #1
    0 punti
    Up Down

    sono certa che ci siano molte probabilita che la causa possa essere questa. mi oiacerebbe sapere perchè l’organismo si trttiene la co2. sono stata operata di poliposi nasale 8 giorni fa perchè non riuscivo piu a respirare(soffrivo di poliposi da 35 anni) ne ho 58.frequento un corso yoga da 8 anni e avevo capito che la causa è data da il mal funzionamento di un determinato chakra e mi piacerebbe sapere se è in relazione a cio che voi sostenete.

  • Nick

    04 May 2009 - 21:38 - #2
    0 punti
    Up Down

    CArina la ricetta dei polipi,molto interessante anche l’articolo..