Questo sito contribuisce alla audience di

RESPIRARE DI MENO PER " OSSIGENARSI DI PIU' "

Sembra proprio di parlare di qualcosa di assurdo… come può essere che per ossigenarsi di più si debba respirare di meno ?

Respirare di meno per “ OSSIGENARSI di PIU’ “

 

Questa è un’altra  di quelle frasi ad effetto che si possono enunciare grazie al metodo Buteyko !

 

Sembra proprio di parlare di qualcosa di assurdo… come può essere che per ossigenarsi di più si debba respirare di meno ?

 

Beh più che di meno basterebbe “limitarsi” a respirare solamente bene …….

Ma quanti di noi sanno veramente cosa voglia dire respirare bene, correttamente ?

 

Il respiro è riconosciuto in tutte le culture come il luogo dove risiede il potere della guarigione sia del fisico che della mente ma purtroppo carichi come siamo di stress e spesso anche di rabbia a volte non ci accorgiamo che più che respirare non facciamo altro che mangiare boccate su boccate d’aria !

Non facciamo che ingurgitare quantità industriali di aria ,quasi che averne di più ci possa dare la garanzia di stare meglio , di avere più salute.

Ma così proprio non è.

Respirare di meno non vuol dire privarsi dell’aria e quindi dell’ossigeno ma solamente “non respirare troppo !” non iperventilare.

Pochissime persone sanno che stanno iperventilando (cioè respirando troppo)

Non sanno che stanno facendosi del male…………..

Il troppo respiro infatti genera una risposta a livello di scambi gassosi cellulari assolutamente negativa per l’organismo !

 

Ogni cellula ha assolutamente bisogno dell’ossigeno per svolgere le proprie funzioni vitali.

 

Ma per avere più ossigeno deve avere una buona “riserva” di CO2 (Anidride Carbonica)

( In un organismo umano corretto esistono 120 volte CO2 che O2  !! )

La caratteristica che rende IMPORTANTISSIMA la CO2 nel nostro organismo è che otre che a favorire centinaia di funzioni metaboliche la CO2 ha il carattere saliente di essere colei grazie alla quale l’OSSIGENO contenuto nei globuli rossi possa essere “scaricato e consegnato” alla cellula !

Senza una quantità sufficiente di CO2 l’emoglobina non riesce a cedere l’ossigeno che sta trasportando.

E pensare che  questa associazione importantissima tra ossigeno ed anidride carbonica era stata scoperta già moltissimi anni fa da due ricercatori medici Verigo e Bohr i quali si accorsero che la quantità di ossigeno che veniva “scaricata” alla cellula era direttamente proporzionale alla presenza di Anidride Carbonica !

 

Quindi “più” Anidride Carbonica + Ossigeno !

 

Alla faccia di tutto quello che ci hanno detto a scuola ….. fuori su fuori, buttate fuori più Anidride che potete non è altro che un gas di scarico ……….aprite quelle bocche!

E chi se lo dimentica il professore di ginnastica che urlava come un pazzo !

 

Così in mancanza di adeguate quantità di Anidride Carbonica gli scambi gassosi avvengono in modo ridotto e l’organismo a questo punto corre ai ripari con strategie di risposta delle più varie….dall’attacco d’asma all’attacco di panico  ,all’angina ,crea patologie come l’ipertensione ,l’insonnia….mette in condizione l’organismo di non funzionare al meglio e quindi la persona si sente sempre stanca…. senza risorse fisiche e psichiche.

Ogni piccola cellula è nel nostro organismo come se fosse un granello di sabbia su di una spiaggia e quindi la sua valenza è veramente minima ma quando tante cellule diventano sofferenti perché private del loro carburante per funzionare,quando vanno in debito di ossigeno ecco che si levano le vocine che una dopo l’altra diventano un grande lamento .

 

Ma quale meccanismo fa si che si perdano  grosse quantità di CO2 ?

 

Bisogna partire parlando un po’ di Fisica prendendo per primo in considerazione che nell’Aria che respiriamo c’è una percentuale di CO2 dello 0,03 % mentre nel nostro organismo se ne dovrebbe avere il 6 % ………. Noi sappiamo che un gas quando si trova in temperature o concentrazioni diverse ed entra in contatto con un altro uguale va sempre a cercare di ricreare l’equilibrio !

Come avviene anche nei liquidi nei vasi comunicanti.

 

“Esempio” Se ho una stanza con 20 gradi di temperatura ed un’altra uguale con 10 gradi se aprirò le porte e le metterò in comunicazione entro un brevissimo tempo avrò le due stanze con 15 gradi ciascuna perché “il gas” in questo caso l’aria si è livellato sia come concentrazione che come temperatura !

 

Allora torniamo al nostro corpo umano …. Dentro 6%   Fuori 0.03%

                                                 accidenti !

Non si riuscirà mai a stabilizzare lo scambio, sarà sempre così con la CO2 che forzatamente esce da dentro !

Be normale ma ciò che non è normale è che non rispettando il come si respira correttamente dal naso ,aspirando l’aria con la bocca ,parlando respirando dalla bocca ,dormendo a bocca aperta non facciamo che perdere quantità immense di preziosa CO2 e quindi le nostre piccole ma numerosissime cellule soffrono e così inventano strategie conservative per ridurre le perdite…..riniti polipi ,nasi tappati , condotti di trasporto dell’aria con sezione ridotta (sembra di parlare di un impianto di condizionamento ma stiamo parlando di un attacco d’Asma ! ) il brocospasmo.

 

Allora perso che la soluzione sia davvero sotto gli occhi di tutti basterebbe respirare correttamente adoperando solamente l’organo preposto alla respirazione IL NASO !

 

Buteyko ha scoperto il modo con dei semplici esercizi per risolvere le carenze della CO2 e per ristabilirne le corrette riserve  nell’organismo.

 

Gli esercizi che propone si possono riassumere in tre importanti categorie

 

 

Pronto Soccorso  ( In grado fin da subito con pochi mirati respiri di bloccare un eventuale  attacco )   

 

Cura       ( Con i quali si riesce in un tempo ragionevole a risolvere positivamente molte patologie )   

 

Mantenimento     ( Con i quali si mantengono e si migliorano i livelli di salute dell’organismo )     

 

Il metodo lo si apprende molto facilmente con un corso tenuto da un istruttore abilitato all’insegnamento il quale in base alle problematiche dei vari corsisti consiglierà i tipi di esercizi consigliati per risolvere le varie patologie personali.   

Il corso non è difficile e gli esercizi sono davvero alla portata di tutti….nella mia esperienza non mi è mai capitato che qualcuno sia venuto via dal corso senza avere ben compreso tutti i meccanismi del metodo.  

 

I risultati poi non sono tardi a venire ci sono alcune patologie come ad esempio l’Asma ,il Panico,lAnsia che da subito vedono cambiare in modo favorevole la situazione personale.

 

Partecipare ad un corso è facile basta controllare la sezione CORSI  e vedere dove si svolge il corso a voi più favorevole poi anche voi come altri diventerete il miglior veicolo di pubblicità del Buteyko….

In questi anni si è creato un fortissimo passaparola dovuto al fatto che tante persone avendo risolto con il metodo i propri problemi hanno voluto testimoniarne la bontà  con le persone che incontrano nella vita di tutti i giorni ed ecco che ricevo telefonate da persone che hanno sentito parlare di Buteyko dalla parrucchiera oppure dal fornaio…ma anche in sale di attesa dei medici.

 

Alcuni hanno fatto lunghi viaggi per poter partecipare ad un corso altri ne hanno  voluto organizzare uno a casa loro un corso per se e gli amici ma comunque tutti hanno affrontato questo momento estremamente importante con serietà e con attenzione ricevendo e poi sfruttando al meglio tutto ciò che Buteyko poteva  insegnarli con il suo metodo.

 

Spero che dopo la lettura di queste poche righe vi sia rimasto qualcosa che vi faccia riflettere sull’importanza del respiro e che possiate portare l’attenzione più spesso a questo meraviglioso atto che la natura ci ha donato  e che nessuno ci potrà mai portare via finche avremo vita.