Questo sito contribuisce alla audience di

SBADIGLIARE...STARNUTIRE...TOSSIRE

Può sembrare banale ma anche questi “atti” hanno un preciso e specializzato compito nel nostro vivere.......

Sbadigliare Starnutire Tossire

Alcune delle ricorrenti domande che mi sento rivolgere durante i corsi o le conferenze sul Metodo BUTEYKO è quale sia il ruolo che Sbadigliare Starnutire e Tossire abbiano nella nostra fisiologia umana.

Può sembrare banale ma anche questi “atti” hanno un preciso e specializzato compito nel nostro vivere.

Infatti tutti questi atti sono nient’ altro che meccanismi di difesa che servono per risolvere alcuni piccoli o grandi problemi .

Partiamo dai più ovvi, cioè la tosse e lo starnuto.

Ambedue servono, con la loro estemporanea violenza, a risolvere al più presto una situazione contingente in cui l’ organismo avendo individuato “materiali” da espellere al più presto, tenta di liberarsi in modo veloce di qualcosa che potrebbe creare ostacolo alla sua corretta respirazione.

Vediamo adesso perché tossiamo.

Il nostro “tratto respiratorio” in cui passa l’aria che verrà poi “adoperata” dall’organismo per rifornire di Ossigeno le cellule è completamente “tappezzato” da essenzialmente due tipi di cellule molto specializzate…

le Cellule a Calice e le Cellule Ciliate, un baluardo di difesa fantastico del nostro sistema Immunitario..

(Le nostre “catturatici di intrusi”!)

Queste cellule, come dice il loro nome, sono fatte a forma di calice ed a forma di ciglia.

Sono in numero impressionante ed hanno una funzione molto importante che le fa diventare il nostro più importante sistema di difesa da gli agenti esterni, cioè da tutto ciò che c’è in più nell’aria che respiriamo, come ad esempio virus, batteri, pollini, spore, deiezioni di acari, …. e molte altre particelle più o meno infinitesimali che purtroppo “inquinano” l’aria pronta ad essere respirata.

Quindi la loro funzione è quella di filtrare, catturare e poi espellere tutte le particelle che non avrebbero nulla a che fare con la respirazione.

Funzionano così:

Le cellule ciliate vibrando si “tuffano” nel muco prodotto dalle cellule a calice. Questo liquido vischioso fa sì che le particelle estranee che eventualmente sono presenti nell’aria passando attraverso i miliardi di cellule ciliate, di cui è tappezzato il tratto respiratorio, restano catturate da queste trappole.

Le ciglia poi con il loro continuo “vibrare”, quasi fossero onde del mare, portano il “catturato” a risalire fino all’epiglottide, dove, con un atto continuo e spontaneo, “l’inghiottire la saliva”, liberiamo il nostro organismo da eventuali “intrusi esterni”.

!!!! Ecco perché S A L I V A !!!!

(quando ero piccolo infatti mi domandavo perché si dice saliva se si manda solo giù ?? )

Infatti ogni volta che inghiottiamo la saliva, mandiamo giù nel nostro stomaco e quindi a fare un bel bagno nei succhi gastrici un insieme di saliva creata dalle ghiandole salivari e questo “muco”carico di materiali espulsi che vengono distrutti nei succhi gastrici.

Questo avviene sempre,quando la respirazione è tranquilla e corretta.

Ma a causa di vari fattori, primo tra tutti l’iperventilazione, viene prodotta una quantità eccessiva di muco che non permette alle cellule ciliate di eseguire correttamente il loro lavoro. A questo punto l’organismo si vede costretto ad innescare un sistema rapido di espulsione e pulizia del tratto respiratorio chiamato Tosse.

Vediamo come avviene l’atto del Tossire.

Al momento in cui si “innesca”il colpo di tosse viene prodotto uno sforzo particolare del tratto respiratorio con il quale si espelle forzatamente aria e muco.

Questo atto avviene subito dopo una grossa inspirazione alla quale segue una chiusura ermetica dell’epiglottide in modo da creare una fortissima pressione interna.

La cassa toracica dopo l’inspirazione aumenta considerevolmente di volume.per poi effettuare un’espulsione forzata dell’aria.

Tossendo l’aria esce dalla bocca ad una fortissima velocità (oltre 100 km all’ora).

Così con questo meccanismo il nostro apparato respiratorio tenta di eliminare qualsiasi corpo estraneo che ostacoli la buona riuscita della respirazione.

Durante i periodi di grande produzione di allergeni, come ad esempio i pollini dopo la fioritura delle piante, se le cellule deputate al “ripulimento” continuo delle vie aeree non sono efficienti a causa della scarsità di ossigeno ecco che si innescano vari tentativi di forzata espulsione del materiale catturato e quindi una serie di colpi di tosse che possono anche degenerare in vere e proprie situazioni di crisi…(che qui non affronteremo.)

Il metodo Buteyko grazie al suo lavoro specifico sulle cellule aumentando i rifornimenti di Ossigeno (il comburente che permette loro di funzionare al meglio) permette all’organismo di ripristinare i corretti funzionamenti degli organi deputati al filtraggio degli inquinanti e degli allergeni, sconfiggendo così patologie allergiche (Vedere su questa “Guida” gli articoli sulle allergie e sul sito della Buteyko Clinic Italia le testimonianze)

www.buteykoclinic.it

Lo Starnuto

Anche lo starnuto ha come obiettivo la forzata eliminazione di impurità, pulviscolo ed altro, che potrebbero impedire una buona respirazione. Però, a differenza della tosse che esplica il suo “lavoro in profondità“, lo starnuto avviene in una fase molto precedente e superficiale: il tutto avviene a partire dal naso, luogo in cui inizia la respirazione.

Qui entrano in gioco altri filtri, altri “catturatori”specifici, ciglia” ben più grandi e strutturate, le Vibrisse, veri e propri peli che hanno l’obiettivo di frenare e trattenere lo sporco, che attraversando con l’aria respirata i dotti nasali, potrebbe entrare nella profondità dell’organismo creando problemi alla respirazione.

Lo starnuto quindi è un atto riflesso che serve a ripulire velocemente e violentemente il naso da polvere ed altre particelle più grossolane.

Chi di noi soffiandosi il naso dopo un “lavoro” di pulitura in una cantina o in una soffitta non si è accorto di quanto “sporco” era stato catturato dai suoi peli del naso guardando il fazzoletto

sporco ?

Lo starnuto vero e proprio comincia quando le impurità catturate dall’aria, irritando lo strato mucoso o la membrana delle fosse nasali, genera una risposta riflessa .

Tutto inizia con una inspirazione più grande del normale alla quale conseguentemente viene prodotta una espirazione violentissima con l’aria che uscendo con forza dal naso e dalla bocca porta con se le particelle di sporco ripulendo le fosse nasali.

A volte, come nella tosse, anche ad uno starnuto ne seguono altri.

A qualcuno sembra si tratti di un numero sempre uguale di starnuti violenti e liberatori, tanto che a volte fa sorridere vedere persone impegnate in continui violenti e rumorosi starnuti.

Sia nel caso di violenti e continui colpi di tosse che di starnuti ossessionanti, il metodo Buteyko si è dimostrato efficacissimo grazie ai suoi “Esercizi di Pronto Soccorso”, in grado da subito di risolvere una qualsiasi situazione di “attacco !”

Ricordo ad un corso una signora anziana di Trieste che appena cominciava a starnutire ne dichiarava in arrivo 9…..

…e poi ……… 9 erano.

Ricordo che dopo che mise in atto il primo esercizio di pronto soccorso con successo disse:

Anche se il Buteyko fosse solamente questo … sarebbe fantastico…non ne potevo più di far ridere la gente ogni volta che cominciavo a starnutire !!!!

Lo Sbadiglio

In ultimo parliamo dello sbadiglio.

Anche lo sbadiglio è un atto riflesso che ha come fine la ripulitura del tratto respiratorio ma mentre per quanto riguarda la tosse e lo starnuto si tratta di “buttar fuori” particelle più o meno grandi ed indesiderate …per quanto riguarda lo sbadiglio si tratta solamente di generare un concreto ed importante ricambio profondo di aria.

Infatti il nostro tratto respiratorio ha alcune zone in cui l’aria “ristagna” più che in altre ed allora l’organismo mette in atto questo importante riflesso ripulitore e rigeneratore.

Di solito questo atto si innesca facilmente quando il nostro “parasimpatico” entra in funzione, quando “mollando” dalle occupazioni della vita, ritrovandosi in un momento di relax e di distacco dal quotidiano, ci lasciamo andare ad un momento di rigenerazione o di riposo.

Una caratteristica dello sbadiglio è la sua contagiosità che fa parte della nostra antropizzazione di esseri umani, ma comunque animali, che discendenti dalle scimmie, come loro, mettono in atto gesti e riflessi di branco dei quali anche lo sbadiglio fa parte.

(quindi sbadigliare insieme fa bene, fa branco, un gesto di pace che ha anche una sua grande valenza consociativa!)

Il ricambio di aria poi che se ne ottiene è veramente importante e salutare: un ricambio che avviene fino alla profondità degli alveoli polmonari con riflessi addirittura anche nel sangue.

Adesso se alla fine vi sarete concessi qualche sbadiglio spero che tutto sia avvenuto perché abbiamo parlato di sbadigli e magari non per la noia di questa lettura…..comunque se è capitato

BUON SBADIGLIO…. ANZI…..BUON RICAMBIO !!!!

.