Questo sito contribuisce alla audience di

Appunti su fibromialgia e sindrome da stanchezza cronica

Estratti da un lavoro di Robert Shleip sulle implicazioni nelle patologie Fibromialgia e Sindrome da stanchezza cronica nella correlazione tra cellule dei muscoli lisci , dolore e respiro.

ssa

.

Da recenti studi sia anatomici che funzionali sull’organismo umano, si è potuto evincere uno stretto legame nelle patologie chiamate Sindrome da Stanchezza Cronica e Fibromialgia tra le cellule che rivestono i muscoli e la vasocostrizione dovuta alla carenza di scambi respiratori .
Molti ricercatori hanno messo in evidenza queste problematiche correlate al cattivo respiro che generano a vari livelli dolore e situazioni di stanchezza generale.
Riportiamo la traduzione di parte di uno studio di alcuni ricercatori che mettono l’accento sulle possibili cause scatenanti queste dolorose e spesso difficilmente risolvibili patologie.

———-

La regolazione del tono delle cellule dei muscoli lisci è molto verosibilmente conseguita attraverso il sistema nervoso simpatico grazie a sostanze vasocostrittrici assimilabili alla Anidride Carbonica(CO2).
La scoperta di cellule di fasce muscolari (dette cellule fasciali NDT) dunque apre una porta sulla strada per promuovere l’ipotesi circa una correlazione tra il comportamento di queste fasce ed il PH del sangue che è direttamente allineato alle funzioni del respiro e quindi ai livelli di CO2.
Così Chaitow, Bradley e Gilbert dimostrarono (Chaitow ed altri nel 2002) che c’è una chiara connessione tra la contrazione del muscolo liscio e l’abbassamento dei livelli di CO2 come accade in relazione all’alcalosi respiratoria.
Quando c’è un cambiamento verso l’incremento alcalino dovuto ad esempio ad iperventilazione la vasocostrizione (con tutti i suoi risvolti NDT) avviene in modo automatico e violento.
A causa di ciò allo stesso tempo le cellule delle fasce muscolari si contraggono ed incrementano in questo modo le tensioni fasciali.
Le implicazioni per questi cambiamenti di condizioni come nella Fibromialgia e nella Sindrome da stanchezza croonica sono enormi e dimostrati ormai dalle ricerche cliniche nelle quali molte persone con Fibromialgia e con Sindrome da stanchezza cronica è stato dimostrato che sono grossi iperventilatori o comunque lo sono almeno in parte.
Si può anche discutere circa il possibile effetto dovuto anche all’incremento dei livelli della Seretonina sulle cellule della muscolatura liscia.
La Seretonina è stato riconoscita come un intensificatore per la contrazione dei muscoli lisci come per l’attività peristaltica o vasocostrizione nei grandi vasi polmonari.
Infatti alti livelli di serotonina sono stati recentemente trovati nel fluido spinale di pazienti affetti da Fibromialgia (Pongraz & Spath 2001).
Una possibile connessione tra Seretonina e Fibromialgia come scatenatore dell’ipertonicità delle cellule dei muscoli lisci potrebbe essere meritevole di altre investigazioni più approfondite.
Daltra parte la Seretonia è stato dimostrato di avere una azione nell’abbassare la soglia del dolore del gruppo dei 4 recettori (Mitchell & Schmidt ) che potrebbe significare che l’incremento di sensibilità al dolore di questi recettori in Fibromialgia potrebbe essere non tanto una disfunzione motoria (come spesso affermato NDT) ma solamente una disfunzione dei sensori di regolazione.
—————————————————-
Qui finiscono gli appunti di Robert Shleip che menzionano insieme alla scoperta di nuove cellule specializzate che rivestono i muscoli lisci ( cellule fasciali) anche ciò che riguarda il respiro e la sua relazione in Fibromialgia e Sindrome da stanchezza cronica nonchè l’apporto alla reazione dolorosa della concentrazione di seretonina.
Noi comunque sappiamo per esperienza diretta ciò che comporta la iperventilazione che sta sempre alla base di queste due brutte patologie.
Sappiamo come sia importante tramite gli esercizi Buteyko ridurre e poi eliminare l’iperventilazione al fine di ottenere miglioramenti e guarigioni in molte patologie sensibili al metodo.

.