Questo sito contribuisce alla audience di

Mamma, papà e 9 marmocchi

...quantità e qualità!!!

Nel 1949 papà Joseph (Joe) Jackson originario dell’
Arkansas e la splendida Katherine Scruse dell’Alabama convolano a nozze.

Esattamente un anno dopo i due sposini aprono, per così dire, il
cantiere.
1 Maureen Reilette (Rebbie) Jackson, 29 maggio 1950
2 Sigmund
Esco (Jackie) Jackson, 4 maggio 1951
3 Toriano Adaryll (Tito) Jackson, 15
ottobre 1953
4 Jermaine Lajaune Jackson, 11 dicembre 1954
5 LaToya Yvonne
Jackson , 29 maggio 1956
6 Marlon David Jackson, 12 marzo 1957
7
Michael Joseph Jackson, 29 agosto 1958

8 Steven Randall (Randy)
Jackson, 29 ottobre 1961
9 Janet Damita Jo Jackson, 16 maggio
1966

…mancava poco per avere in casa una squadra di calcio completa
di riserve!!!WOW!

Il padre appassionato di musica, cantava e suonava la chitarra in gruppo, i
Falcons, in giro per i locali della sua zona. Ma con così tante bocche da
sfamare il suo sogno artistico ha dovuto fare a cazzotti con la dura
realtà.
E così entra come gruista in una acciaieria. Il gruppo diventa un
hobby nel poco tempo libero, ma comunque rimane una grande passione e permette
alla famiglia di guadagnare qualche dollaro in più.
La mamma, bellissima
voce, suona il clarinetto e il pianoforte, ma non si esibisce mai in pubblico.
Da bambina ha contratto la poliomelite e le sono rimaste evidenti tracce di
quella brutta malattia.

9 marmocchi sono tanti e mi immagino che fatica tenerli tutti a bada ed
impegnati durante il giorno.
La fantasia scarseggia, soprattutto quando devi
dare retta ai bambini e sei in dolce attesa (tra nausee, pappe e pannolini)
oppure devi stare fuori a lavorare come un pazzo (tra continui bisogni da
soddisfare e conti da pagare).

Eppure Joe e Katherine ce la mettono tutta per tirare su 9 figli
lontano dalla droga e dalle gang del quartiere.
Leggendo l’ autobiografia di
Michael Jackson “Moonwalk” 1998 , si legge di una famiglia con sani
principi morali e religiosi (testimoni di Geova), con la grande passione per la
musica, il canto e il ballo…ma c’è anche da sottolineare che questi bambini,
sono stati bambini per molto poco.

La loro passione comincia come spettatori alle prove dei Falcons
che si tenevano a casa Jackson a Gary in Indiana.
I bambini sono curiosi, è
un dato di fatto, e quando il padre era al lavoro, andavano nel ripostiglio a
prendere di nascosto la chitarra.
Tito era quello che ci sapeva fare meglio
con lo strumento.
Jermaine cantava, ma presto Michael prese il suo
posto….

Comincia la storia dei Jackson 5.