Questo sito contribuisce alla audience di

Off The Wall

1979 - il primo album da solista

Tra il 1977-1978, mentre Michael Jackson è impegnato nella parte di spaventapasseri in The Wiz con Diana Ross, comincia a crearsi nella sua mente la voglia di un album da solista.
Contatta Quincy Jones, con il quale ha un grande rapporto di amicizia, e gli chiede un consiglio a proposito della sua idea.
Nell’autobiografia di Michael (Moonwalk 1988), è scritto che Quincy, detto “Q” per la sua passione per il barbecue, si propone come produttore pensando che il ragazzo di Gary gli avesse teso un tranello…ma Michael giura che non ci aveva neanche pensato di chiedere a Quincy Jones di diventare il suo “mentore”.

Comunque, nel 1979, esce il primo capolavoro firmato Micheal Jackson senza famiglia al seguito.

All’album partecipano i grandi della musica tra cui Paulinho da Costa alle percussioni, Rod Temperton compositore ed arrangiatore, Louis “Thunder Thumbs” Johnson, George Duke, Stevie Wonder, Paul McCartney e tanti altri.

I maligni diranno che ormai i Jacksons fanno musica “obsoleta”, ed è per questo che il più dotato del gruppo li lascia.
In realtà invece Michael aveva una gran voglia di cimentarsi in qualcosa di suo e solo suo, senza più condividere oneri e onori con i fratelli e il babbo.(notare che l’anno seguente registrerà un album con i Jacksons).

Il bambino sta crescendo. Nel 1979 Micheal ha 21 anni e sono già più di 13 che calca le scene.
E grazie a Quincy Jones, la musica contenuta in Off The Wall sarà più funkeggiante ed attuale con il trend che si stava diffondendo in quel periodo: la Black Music.

Off the Wall (Epic Records) racchiude delle perle che riamangono ancora oggi delle icone della “Disco Music” fine anni ‘70.

Le canzoni contenute nell’album sono 10:
01. Don’t Stop Till You Get Enough
02. Rock With You
03. Working Day And Night
04. Get On The Floor
05. Off The Wall
06. Girlfriend
07. She’s Out Of My Life
08. I Can’t Help It
09. It’s The Falling In Love
10. Burn This Disco Out

Link correlati