Questo sito contribuisce alla audience di

Moonwalker

auto-celebrazione?

Considerando che il film, o meglio il lungometraggio, è datato 1988, è ancora un piacere vedere Moonwalker per gli effetti speciali, per la fantasia e perche’ MJ era ancora “in forma”.
Il messaggio del film è uno slogan contro la droga in generale, e contro lo sfruttamento dei bambini-spacciatori in particolare.
Micheal, che impersona se stesso, deve proteggere 3 suoi piccoli fans-amici, interpretati da Kellie Parker nella parte di Katy, Sean Lennon in quella di Sean e Brandon Adams nella parte di Zeke, da Mr. Big perfido e malvagio spacciatore (il grande Joe Pesci) e dal suo esercito stile nazisti-incattiviti.

Il lungometraggio è particolare perchè al suo interno si salta dalle scene con gli attori, a video clip veri e propri, a spezzoni di concerti della star.

Nonostante l’argomento socilamente impegnativo (la diffusione della droga nel mondo e soprattutto nel mondo dei bambini), il film ha momenti di grande comicità. Ad esempio il rifacimento “formato bambino” del mitico video di Bad, dove Micheal Jackson è interpretato dal piccolo Zeke-Brandon Adams.
Il film ha anche alti momenti di coreografia e scenografia come in “Smooth Criminal” dove l’ambientazione anni ‘30-gangster è rimasta nella storia della musica.
All’interno del lungometraggio ci sono continui cambi di tecniche cinematografiche, MJ che balla con un coniglio-pupazzo, sullo sfondo di una sorta di Canyon alla Willy il Coyote, scenografie reali di strade tipo Londra nel periodo di Dottor Jekyl e Mr Hide dove ombre inquietanti (che simboleggiano il male) prendono forma nello squadrone di Mr.Big.

La lotta tra il bene (MJ) e il male (Mr.Big-Joe Pesci) ha la sua apoteosi quando la star si tasforma in un’astronave-androide e sconfigge il nemico ristabilendo la serenità e la pace…

Gli spunti sono ottimi, ma nell’insieme il lungometraggio non ha il successo che tutti prevedevano. Proprio perchè non c’è la continuità tipica di un film, e perchè a volte sembra esclusivamente un’autocelebrazione di MJ.

Moonwalker 1988
Regia: Jerry Kramer e Colin Chilvers
Produzione: Dennis E. Jones e Jerry Kramer
Produzione esecutiva: Micheal Jackson e Frank Dileo
Basato su una storia di Micheal Jackson
Coreografie di Michael Jackson e Vincent Paterson

Link correlati