Questo sito contribuisce alla audience di

Musica si, prestazione no

La "musichetta" fa addormentare il Milan


Ore 20,45, stadio Meazza di San Siro, in scena la 2° partita di Champions League: Milan - Zurigo.
Diavoli in campo con un 4-3-1-2.

I voti della Guida e la formazione:
Storari 6.5
Abate 6 - Nesta 6 (dal 15′ s.t. Onyewu 6) - Kaladze 6 - Jankulovski 6
Flamini 6.5 (dal 1′ s.t. Zambrotta 6) - Pirlo 6.5 - Ambrosini 6 (C)
Seedorf 6 (dal 1 s.t. Ronaldinho 6)
Pato 5.5 - Inzaghi 6.5
All. Leonardo 5.5

Reti: ancora una volta nessuna

Risultato finale: 0-1

Il Milan sembrava avesse iniziato alla grandissima, ma al 10′ ha subito un gol esteticamente molto bello da parte del capitano dello Zurigo: Hannu Tihinen.
E’ andata molto male ai rossoneri che, oltre a non fare un gol neanche nei sogni, hanno pure la sfortuna che si abbatte su di loro.

 
1° tempo
Dunque, al 10′, lo Zurigo è passato: calcio d’angolo sulla destra, Tihinen lasciato solo in mezzo all’area di rigore, ha colpito il pallone di tacco e lo ha mandato in rete.
Al 14′ si è verificata la prima occasione per il Milan, con Pippo Inzaghi che ha mancato il suo sessantanovesimo gol nelle coppe Europee proprio per un passo.
Al 27′ pericoloso cross di Abate, sul quale Pippo ha sbucciato malamente; mentre al 33′, dopo un angolo di Pirlo ribattuto dalla difesa ospite, Seedorf ha caricato il suo tiro… che però è finito a lato per un soffio.

2° tempo
Al 12′ il Milan ha avuto ancora un possibilità: colpo di testa di Inzaghi, parato strepitosamente da Leoni.
Verso il 17′, tre occasioni per i rossoneri una dopo l’altra: la prima è capitata sui piedi di Pato con un tiro da fuori che è stato parato in due tempi; la seconda ancora con Pato che da solo davanti al portiere si è mangiato il gol cercando l’opzione più difficile, cioè il pallonetto; la terza sui piedi di Inzaghi, che da due passi ha tirato contro il portiere dello Zurigo.
Al minuto successivo per gli svizzeri c’è stata l’occasione d’oro di chiudere la partita con Margairaz, il cui tiro un miracoloso Storari è riuscito a mandare in corner.
Finale oltremodo deludente: al 42′ palo esterno di Ambrosini da buona distanza e al 50′, praticamente all’ultimissimo secondo, palo pieno di Zambrotta.

 
Nel complesso la prestazione del Milan non è stata pessima, anche se non proprio come tutti ce l’aspettavamo. Ma se poi ci si mette di mezzo anche la sfortuna, siamo fritti!!!

Ultimi interventi

Vedi tutti