Questo sito contribuisce alla audience di

Miss Over per il sociologo

Il sociologo Lucio Verdellone, sul quotidiano La Repubblica, ha analizzato la modificazione che la nascita del concorso Miss Over ha messo in luce.

Abbiamo assistito ad una profonda modifica del concetto stesso di longevità a partire dagli anni ottanta.

Il termine che prima indicava l’aspettativa di una lunga vecchiaia, oggi coincide con il desiderio di prolungare, il più a lungo possibile, salute, benessere e giovinezza.

A poco a poco sono cadute le solide pareti che delimitavano rigidamente i diversi stadi della vita.

A questo fenomeno si é poi aggiunta la rivoluzione del corpo, una tendenza di massa nata in America alla fine degli anni sessanta che ha contagiato l’Europa.

Il messaggio raccolto con particolare entusiasmo soprattutto dalla popolazione femminile, é che anche chi compie cinquanta anni possa continuare ad esibire il proprio corpo, se stessa, come quando ne aveva venti, senza i problemi di un tempo.