Questo sito contribuisce alla audience di

Una piemontese Miss Italia 2004

Cristina Chiabotto, 18 anni compiuti proprio a Salsomaggiore durante i giorni della finale, è Miss Italia 2004. Nata a Moncalieri (Torino) il 15 settembre 1986, risiede a Borgaro torinese; capelli[...]

Cristina Chiabotto, 18 anni compiuti proprio a Salsomaggiore durante i giorni della finale, è Miss Italia 2004.

Nata a Moncalieri (Torino) il 15 settembre 1986, risiede a Borgaro torinese; capelli biondi, occhi azzurri, Cristina è alta m. 1.82 ed è la prima reginetta senza scettro, che infatti è stato abolito, ma con una nuova corona, più preziosa che in passato, in linea con i tempi.

Aveva già vinto il titolo nazionale Miss Sasch, ma l’ha ceduto ad un’altra ragazza, Clizia Fornasier, per incompatibilità con quello di Miss Italia.

Papà piemontese, Giuseppe, geometra, mamma campana, Fiorella, di Benevento, Cristina ha una sorella di 11 anni, Serena, alla quale è legatissima.

Il titolo torna così in Piemonte dopo 21 anni di assenza: l’ultima miss torinese è Raffaella Baracchi, Miss Italia 1983.

Un’edizione straordinaria quella del 2004 per il Piemonte: anche la seconda classificata Chiara Perino è infatti originaria di Torino. E’ stata battuta da Cristina che nel rush finale ha conquistato il 47,21 % dei voti. La sua elezione, nella notte tra il 19 e il 20 settembre, ha registrato su Raiuno un picco di share del 68%.

Miss Italia frequenta l’ultimo anno del Liceo della Comunicazione, aspira a diventare psicologa criminale, ma nel frattempo le piace fare la modella e presenta un ottimo biglietto da visita: con il suo metro e ottantadue di altezza è la vincitrice più alta nella storia del Concorso, ex aequo con Miss Italia 1987 Michela Rocco di Torrepadula.

Si definisce “solare, spontanea, dolce e golosa”. Radiosa, ha sempre il sorriso sulle labbra “perché - dice - mi aiuta ad affrontare meglio la vita”.

Da buona piemontese con sangue campano, Cristina ama mangiare pizza napoletana e bagnacauda. Ha studiato per anni danza classica e moderna. Fan di Robbie Williams e grande tifosa della Juventus (ha subito fatto visita ai giocatori bianconeri), non è fidanzata, ma ha le idee chiare sul suo uomo ideale: “Bello, anche perché l’occhio vuole la sua parte, ma soprattutto dolce e sincero”.

Link correlati