Questo sito contribuisce alla audience di

I vampiri nelle leggende degli indiani d’america

Il mito del vampiro non è solamente un mito europeo, anche fra gli indiani d’america, ci sono leggende che narrano di vampiri.

Un potente guerriero, uomo della medicina che governava il proprio popolo con amore. Era sposato ma lui e la sua compagna non potevano avere figli.

Un giorno, sfidò il grande spirito, ma questi rimase sordo alla sfida come non aveva risposto alle sue preghiere. Allora egli rivolse le sue preghiere agli spiriti maligni, compì atti proibiti ed un giorno aprì le porte del nostro mondo allo spirito Jumlin. Questo spirito malvagio gli chiese come ricompensa per fare in modo che la sua compagna avesse un bimbo sano e bello di poter lasciare il Mondo degli Spiriti d’Ombra per entrare un quello dei Viventi. L’uomo disperato accettò.

Ma lo spirito si impossessò dell’uomo insinuandosi nel suo cuore nella sua mente e nel suo corpo.
Jumlin era uno spirito forte, crudele e famelico, si nutriva del sangue dei viventi. Inizialmente degli animali ed infine delle genti della sua stessa tribù. Esercitava i suoi poteri psichici e mentali, e la sua forza aumentava al punto che nessuno osava opporgli resistenza.

La primavera sucessiva le donne che non erano state uccise partorirono figli sani e robusti, ma il numero degli uomini e donne della tribù continuava a diminuire.
Un gruppo di guerrieri decise di recarsi nel villaggio vicino per interrogare il loro uomo della medicina il quale rivelò loro dello spirito che si era impossessato del loro capo.
Tronarono diversi mesi dopo al villaggio e trovarono la compagna del capo gravida e molto malata, morì infatti dato alla luce il bambino.

Jumlin appreso del piano per distruggerlo fuggì con il figlio ed altri bambini del villaggio.
Per parecchio tempo egli venne inseguito dai guerrieri che dopo molti anni lo ritrovarono e riuscirono ad ucciderlo ma il figlio riuscì a fuggire.
Orso Che Ride, questo era il nome del figlio di Jumlin ed i suoi fratelli e sorelle si dice siano ancora in vita; che procreino con gli esseri umani o con quelli della propria specie per creare la prima razza dei propri “Genetici” o “Ereditari”.

Possiedono poteri psichici, vivono in eterno, ed hanno una natura negativa. Questo è ciò che narrano i miti dei Nativi Americani.

Ultimi interventi

Vedi tutti