Questo sito contribuisce alla audience di

L'Alba di Avalon

Con il Quinto volume del ciclo omonimo, assistiamo a uno storico passaggio di consegne Diana L. Paxson, infatti, riceve il testimone da Marion Zimmer Bradley (scomparsa nel settembre 1999), e con questo il compito di portare a termine l’intero ciclo.

Atharra, città Principale dei Regni del Mare, l’arcipelago su cui si sono rifugiati gli abitanti di Atlantide quando l’Antica Terra è sprofondata tra i flutti, è da tempo scossa da terremoti sempre più forti. Le antiche profezie dei Sacerdoti della Luce avevano previsto l’inabissamento in mare anche della nuova patria degli Atlantidi, lasciando però la speranza di una rinascita della fiorente civiltà in un altro luogo della terra conosciuta.

Tiriki e Micail, regina e re di Atharra e supremi sacerdoti del Tempio della Luce, durante uno degli ultimi grandi terremoti riescono con i loro straordinari poteri paranormali a impedire alla furia della natura di spazzare via anzitempo ciò che resta della perduta Atlantide. Il mattino seguente, durante l’evacuazione, Tiriki e Micail, sorpresi da una nuova scossa vengono divisi e alla testa di due differenti gruppi di fuggiaschi approdano, l’uno all’insaputa dell’altro, in Gran Bretagna (chiamata Isola dei Potenti). Dopo sei anni i due gruppi di esuli scoprono l’uno l’esistenza dell’altro.

Il ricongiungimento non è idilliaco ma alla fine abitanti di Atlantide e nativi si trasformeranno in un unico popolo e, a poco a poco, la magia degli Adoratori della Luce inizierà a fondersi con l’antichissimo culto della Dea Madre, dando origine ad Avalon e alle sue leggende.

Marion Zimmer Bradley e Diana L. Paxson, L’Alba di Avalon (Ancestors of Avalon, 2004) Longanesi & C - Narrativa - 2005.

Ultimi interventi

Vedi tutti