Questo sito contribuisce alla audience di

Un libro…..sotto l’ombrellone

Pinne occhiali e.. un libro. Cosa non farsi mancare per una buona lettura durante le vacanze

Il passatempo più in voga questa estate?
Non abbiamo dubbi: sfogliare, leggendolo, un buon libro sotto l’ombra (non so quanto fresca) di un’ombrellone.
Ovviamente il libro da portarsi in spiaggia (o in montagna o al lago o in giro per il mondo) deve essere piccolo, maneggevole, con una robusta copertina per evitare che si sciupi e deve starci nella borsa delle vacanze insieme agli altri oggetti.
Avevamo già parlato in un intervento dell’anno scorso dei libri “vacanzieri”.
Anche quest’anno vogliamo parlare delle tendenze letterarie e dei libri più “gettonati”.
Di sicuro il genere più letto è quello giallo: noir, spy stories, horror, legal thriller impazzano nelle librerie e saranno i più letti sotto l’ombrellone all’insegna di una estate da….brividoJ
A cominciare dal giallo italiano con il mitico Camilleri ne “La vampa d’agosto”, che, ancora una volta, si conferma uno degli autori più amati dagli italiani.
Ma il giallo italiano non è solo Camilleri: ecco allora Eraldo Baldini in “Come il lupo”, Marco Tesei in “Cercando Lisa” e Gery Palazzotto con “Giù dalla rupe”.
Nella narrativa straniera, gli autori più letti in questo momento sono Jeffery Deaver con “La luna fredda” e Kathy Reichs con “Carne e ossa”.
Assolutamente imperdibile l’antologia di racconti noir “The dark side” con autori del calibro di Deaver, King e degli italiani Baldini e De Cataldo.
Non amate eccessivamente il giallo? C’è solo l’imbarazzo della scelta.
Per i romantici “ In viaggio verso casa” di Maeve Binchy oppure “Una preghiera esaudita” di Danielle Steel. Per la narrativa italiana ecco il divertente “Dio ci salvi dagli inglesi o no?” di Antonio Caprarica, “Vorrei che fosse lei” di Lorenzo Licalzi e lo spassosissimo “Meglio donna che male accompagnata” di Geppi Cucciari.
Per gli appassionati del genere commedia consigliamo “Cinque stelle maschio incluso” di Gaby Hauptmann e Il club dei cuori infanti” di Melissa Senate.
Un ultimo consiglio. Fate un salto nel nuovo sito di Alice. Ha cambiato nome e grafica, si chiama Wuz e per gli amanti della lettura - e non solo - è imperdibile.

Link correlati