Questo sito contribuisce alla audience di

Alexander McQueen: il perchè di un addio

A volte la realtà è più assurda di un film e in questi giorni la notizia della morte per suicidio dello stilista inglese Alexander McQueen è rimbalzata in Internet da un capo all’altro del[...]

alexander mc queenA volte la realtà è più assurda di un film e in questi giorni la notizia della morte per suicidio dello stilista inglese Alexander McQueen è rimbalzata in Internet da un capo all’altro del mondo.

Intanto si cerca di capire il motivo di questo gesto disperato e secondo il Daily Mirror, quotidiano inglese, lo stilista era molto addolorato a causa della recente morte della madre, avvenuta poco tempo fa e dal dolore ha preferito andarsene il giorno prima del funerale, infatti la chiave di tutto forse era in questa frase che lo stilista disse in un’intervista “La mia paura più grande è quella di morire dopo mia madre Joyce”.

Una grande perdita nel mondo della moda come testimoniano i commenti di grandi come André Leon Talley, braccio destro della Wintour ( direttrice di Vogue America): “è una perdita incommensurabile e insieme una tragedia per il fashion system. Alexander era un genio e un innovatore. Aveva un talento straordinario ed era anche un poeta. Uno dei pochi rimasti”.

Francois-Henri Pinault, presidente del gruppo PPR, commenta così: “uno dei più grandi creatori del suo tempo. Visionario e all’avanguardia, le sue creazioni venivano ispirate insieme dalla tradizione e da una modernità fuori dal tempo”. Sul fronte italiano, Donatella Versace “La sua immaginazione non aveva limiti e la sua forte personalità , insieme alla sua geniale creatività, lo rendevano unico. La moda ha perso un’icona ed io ho perso un amico a cui tenevo molto”.

Sulla pagina di Twitter, nata per esprimere le condoglianze, ci sono i post di personaggi famosi e star.
Tyra Banks, ex modella e presentatrice, scrive: ”Riposa in pace. Sono tristissima. La sua perdita è immensa. Era uno dei miei stilisti preferiti. Ci mancherà tantissimo”.

Il cantante Boy George afferma: “Una notizia terribilmente triste. Era un genio. Riposi in pace”.

Il designer Matthew Williamson digita: “Sono sotto schock e profondamente triste. Era un genio e il suo talento non era secondo a nessuno. In più, era una guida per tutto il fashion system. Ci mancherà tantissimo”.

La designer inglese Katherine Hamnett scrive: “Che genio! E che perdita terribile e tragica!”.

Che dire, spero che quest’anima, ora, sia serena vicino alla tanto adorata madre e in un mondo perchè no migliore.