Questo sito contribuisce alla audience di

Modellini di carta

A proposito di "con quale modello iniziare", ho incontrato il Sig. Fabrizio (Zio Prudenzio) che mi ha raccontato dei suoi modelli in carta ….

Modellini di carta

Pensando oggi al modellismo ci vengono subito in mente gli aerei (di plastica), le navi (di legno), i soldatini (di piombo), ma, se chiediamo alle persone che hanno superato gli ‘anta, di ricordarci con che materiale erano fatti i loro giochi, penso che molti risponderebbero “di carta!”.

Cosi’ Fabrizio ricorda che: “se uno voleva dei modelli se li doveva fare e l’unico materiale a poco prezzo erano la carta e gli acquerelli !“, possiamo ritenerci fortunati se questa passione non si e’ spenta nel corso degli anni, in questo modo possiamo oggi ammirare le sue stupende realizzazioni.

Chi e’ Fabrizio?

Fabrizio, conosciuto nel web come Zio Prudenzio, è uno di quei personaggi “solari” che
si pongono al servizio della comunità e si danno forza dalle gioie e dai ringraziamenti di chi ha il piacere di contattarlo dopo essersi divertito con le sue proposte.

Come si realizza un modello in carta?

Sentiamo come affronta l’argomento il nostro artista:” prima di tutto mi deve piacere il soggetto (quelli che mi piacciono poco li faccio male), poi bisogna aver una mente capace di scomporre i solidi in superfici piane, e questo comincia ad essere più complicato, ed infine avere la capacità di tramutare questo sviluppo (mentale) in disegno: cosa questa che è, in parte, dono del cielo ed, in parte, costante applicazione e studio di tecniche di disegno. ( le colorazioni, trucchi e sfumature sono sempre parte di quanto esposto)“.

A questo punto non mi resta di invitarvi direttamente alle pagine dei modellini. dove, con le istruzioni di montaggio, troverete anche le regole e i soldatini per il wargame “la battaglia di Cadenzano“, e splendidi disegni di trenini

Concludendo (?)

l’invito è quello di giocare con i modelli di carta, sono convinto che Zio Prudenzio riceverà parecchi attestati di stima, magari riusciremo insieme a farci raccontare qualcosa dei suoi stupendi soldatini, ma questa è un’altra storia….