Questo sito contribuisce alla audience di

Introduzione al fantasy

Ed eccoci a parlare dei wargames fantasy, un filone che anche qui da noi ha fatto schiere di seguaci pronti a sfidarsi in avvincenti battaglie tridimensionali.

Per fantasy generalmente si intende quel genere che sfugge dalle regole della storia e del tempo, ma che si incanala in un universo “fantastico”, dove il mondo e’ popolato da prodi guerrieri, da feroci draghi e arcani stregoni.

Un mondo principalmente collocato all’incirca nel nostro medioevo, un mondo che deve comunque nel bene e nel male rendere tributo all’indiscusso maestro Tolkien.

Gli eserciti possono cosi’ essere composti da umani, nani o elfi o da creature di allineamento malvagio quali orchi, scheletri, troll ognuno con i propri alleati e con le proprie caratteristiche.

E’questa a mio punto di vista la grossa potenzialita’ di questi wargames, la scelta della propria “razza” e del proprio allineamento influenza in modo radicale lo svolgersi della partita e quindi la tattica da adottare di conseguenza.

Per fare un esempio nani, orchi, guerrieri saranno sicuramente piu’ utili nel combattimento ravvicinato mentre gli elfi saranno piu’ efficaci se armati di arco.

I wargames fantasy hanno regole simili a quelli tradizionali, e’ inclusa una sezione di movimento, di combattimento corpo a corpo e con armi a distanza, una fase di magia dove gli stregoni dei due schieramenti lanciano i loro sortilegi, ed una per effettuare test di comando.

Il tutto condito da una miriade di varianti quali ostacoli del terreno, armi magiche, condizioni climatiche, ecc…

Le miniature sono composte principalmente da 20-25 mm una scala che garantisce un’ottima qualita’ d’insieme e una buona resa dei dettagli delle miniature.

Un genere per chi vuole spaziare con la fantasia e per chi ama un’ambientazione al di fuori delle regole.