Questo sito contribuisce alla audience di

Guardia Imperiale - Il Feudo [S54 21]

Inauguriamo una nuova rubrica con un bel figurino ...

WIDTH="101" ALIGN="RIGHT" HSPACE="6" VSPACE="4">

Spesso si compra un soldatino perche’ e’ un pezzo che manca alla nostra collezione oppure finalmente qualcuno ha deciso di fare il nostro personaggio preferito.

In questo caso e’ stato un “amore a prima vista”; ho acquistato il kit solo vedendo la confezione senza preoccuparmi troppo della difficolta’ del montaggio o della colorazione.

Apriamo quindi la scatola; le credenziali ci sono tutte, lo scultore Iotti mi lascia ben sperare.

Come al solito, i prodotti Il Feudo offrono una confezione di tutto rispetto, una cosa che apprezzo in modo particolare e’ la doppia immagine del figurino visto di fronte (foto sulla confezione) e vista da dietro (foto all’interno).

Il foglio delle istruzioni, a colori, e’ manna con addirittura due indicazioni uniformologiche.

Vediamolo finalmente questo kit!

L’esploratore e’ fuso in un pezzo unico, manca solo il braccio e la mano destra.

Il cavallo suddiviso nei classici quattro pezzi (due semicorpi, testa e coda) si assembla a secco abbastanza bene, naturalmente sono da effettuare le stuccature nei due semigusci ma e’ un’operazione obbligatoria per tutti i kit di questo genere.

La muscolatura e’ particolarmente accentuata, questo potrebbe facilitarci nella pittura con i giochi di ombreggiature e lumeggiature.

La posa e’ elegante, se poi a tutti i costi vogliamo trovare un difettuccio diremo che la coda e’ leggermente “generosa”.

La basetta e’ essenziale ma non vedo grossi problemi nell’arricchirla con la fantasia e la capacita’ che contraddistingue noi modellisti.

Il kit e’ suddiviso in quattro bustine per un totale di circa venti pezzi, la complessita’ generale e’ poco piu’ della media, e’ consigliato per modellisti che abbiano alle spalle un minimo di esperienza ed e’ un ottimo banco di prova.

Spesso non si parla del materiale di fusione, in questo caso mi sembra di ottima fattura con la giusta percentuale dei metalli, basta dire che manipolando i pezzi,
non rimangono i fastidiosi “sedimenti” sulle mani.

Altra nota molto lieta e’ il prezzo, vi sfido a trovare sul mercato un pezzo simile ad un costo inferiore di 40 euro, pochi quanti ne dobbiamo sborsare per il nostro esploratore.


S54 21

S54 21 “Guardia Imperiale 1812/1815 2° Regimento Eclaireurs - Eclaireur”


S54 21

A forza di ammirare confezione e scultura ci dimentichiamo del contesto storico, ebbene, siamo negli ultimi anni dell’impero napoleonico che inizia il suo declino con la disastrosa Campagna di Russia, il successivo esilio di Napoleone all’Elba dopo le sconfitte di Lipsia (1813) e l’invasione della Francia da parte degli Alleati che ristabiliscono le vecchie frontiere e la monarchia con Luigi XVIII.

I Cento giorni che seguirono dal ritorno di Napoleone sul territorio francese culminarono con la definitiva sconfitta di Waterloo il 18 giugno 1815.

Gli esploratori componevano in questo periodo alcuni reggimenti della Guardia Imperiale.

Avevano compito di appoggio nei confronti della cavalleria informando man mano Dragoni, Lancieri e Granatieri dei movimenti e delle posizioni delle truppe nemiche.

Giaba

Link correlati