Questo sito contribuisce alla audience di

Mostra storica a Castellamonte

Castellamonte - Palazzo Botton 8 Dicembre 2002 - 6 Gennaio 2003 Mostra Storica Dalle Alpi alle Piramidi … Da Castellamonte alla Valle dei Re Orario d’apertura: Feriali: 15.00 /[...]

Castellamonte - Palazzo Botton

8 Dicembre 2002 - 6 Gennaio 2003

Mostra Storica

Dalle Alpi alle Piramidi …

Da Castellamonte alla Valle dei Re

Orario d’apertura:

Feriali: 15.00 / 19.00

Sabato / Domenica e Festivi:

10.00 / 12.00

15.00 / 19.00

dal 21 Dicembre al 6 Gennaio:

sempre orario festivo

Ingresso Libero

   Al seguito di Napoleone Bonaparte molti cittadini originari delle terre Canavesane, mossi dagli ideali della Rivoluzione, prestarono servizio nelle Armate Francesi, distinguendosi nei combattimenti, dal passaggio del Colle del Gran San Bernardo fino alle battaglie della Chiusella e di Marengo.

Terminato il periodo delle conquiste italiche e fondato l’Impero di Napoleone I°, per alcuni di loro si aprirono nuove possibilità in seno alla fiorente Amministrazione Pubblica.

   Bernardino DROVETTI, di Barbania, e il suo amico e collaboratore, il Castellamontese Antonio LEBOLO, ottennero importanti incarichi nella Diplomazia, venendo inviati come Rappresentanti presso l’Amministrazione Egiziana.

   Per entrambi, già da tempo appassionati cultori di memorie storiche, questa fu l’occasione per iniziare ad interessarsi delle vestigia di quella che fu una delle più importanti Civiltà del passato, quella Egizia, allora ancora avvolta da grandi misteri insoluti.

   Una grande stagione di ricerche e scavi ebbe inizio, coinvolgendo anche il Governatorato Turco d’ Egitto. Gli esiti delle ricerche furono perfino superiori ad ogni attesa e molti reperti contribuirono ad arricchire le raccolte d’antichità egizie del Museo del Louvre di Parigi, e consentirono di iniziare ad impostare i Musei Egizi di Torino e del Cairo.

   Altro personaggio Canavesano di spicco in quel periodo fu Paolo Emilio BOTTA, medico e diplomatico, che divenne medico personale del Khedivé MOHAMMED ALI’. Nel 1833, proprio in sostituzione di Drovetti, fu nominato Console di Francia ad Alessandria d’Egitto e iniziò alcune campagne di ricerche dapprima in Palestina, quindi nella zona di Sennar, sul Nilo Azzurro.

   Nel 1842 divenuto Console di Francia a Mossul, capoluogo amministrativo della Mesopotamia, affascinato dalle civiltà Assiro-Babilonesi, fece importanti scoperte a Ninive, antica Capitale imperiale.

   In questa situazione si vuole ricordare anche un altro Canavesano celebre, che seguendo le orme di questi precursori dell’Archeologia, il Capitano Luigi PALMA di CESNOLA, che in seguito a varie vicissitudini personali, approderà verso la metà del 1800 negli Stati Uniti d’America, a New York, dove fonderà ilo prestigiosissimo Metropolitan Museum of Arts, divenendone il primo Direttore.

   Molte Istituzioni ed Enti hanno offerto il loro preziosissimo apporto a questa Mostra Storica, fornendo reperti ed altri materiali da esporre; fra questi vogliamo ringraziare pubblicamente il Museo Storico Nazionale d’Artiglieria di Torino, il Museo Egizio di Torino, il Museo Storico Militare del Piemonte Sabaudo di Coazze, il Museo della Battaglia di Marengo, il Museo “Glauco Lombardi” di Parma, il Museo Storico Napoleonico di Roma, il Museo Nazionale delle Residenze Napoleoniche di Portoferrario, nelle persone dei loro Direttori, per la grande disponibilità e collaborazione, nonché le rispettive Soprintendenze ai Beni Culturali ed il Ministero stesso e l’UNICEF di Torino.

   E’ stata inoltre creata appositamente per il grande evento, una Scultura in Legno unica al Mondo, che è diventata il Simbolo Ufficiale della Mostra .

La pregiata Scultura raffigura Napoleone Bonaparte in Egitto, sullo Sfondo in alto a sinistra e a destra i volti dei suoi collaboratori Bernardino Drovetti e Antonio Lebolo.

La realizzazione è stata creata dal Famoso Artista e Scultore di Legno della Val Gardena, Karl DEMETZ; inoltre è stato allestito uno spazio all’interno della Mostra, - Khristkindl - Il Natale del Sud Tirolo - quale particolare omaggio alla Val Gardena, in collaborazione con i Massimi Scultori e le Associazioni del Settore, dove sono esposti dei Presepi e altre tipiche sculture tutte scolpite a mano nel Legno.

   Apprezzamenti e auguri per la Mostra sono stati espressi dalla Presidenza della Repubblica Italiana, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, che hanno generosamente concesso il Loro Alto Patrocinio alla Manifestazione, nonché dalla Presidenza della Repubblica Francese e dall’Ambasciata di Francia in Italia, dalla Direzione del Museo del Castello di Versailles, dalla Fondation Napoléon di Parigi dal Metropolitan Museum of Arts di New York dalla Direzione dal Musée des Invalides de Paris (Francia) dalla Direzione del Musée FESCH di Ajaccio (Francia) dalla Direzione Archeologica del BRITISH MUSEUM (Inghilterra) dalla Direzione della Biblioteque MARMOTTAN (Francia)

   Particolari ringraziamenti vanno espressi anche a tutte le Collezioni Private e a tutti coloro che hanno gratuitamente hanno aderito a tale iniziativa.

   Questa Mostra è stata creata con lo scopo di raccogliere all’ interno della stessa dei Fondi a favore dei Bambini poveri che l’ UNICEF aiuta giornalmente in ben 162 Paesi del Mondo.

IL RESPONSABILE ORGANIZZATIVO: Roberto FALLETTI