Questo sito contribuisce alla audience di

Cavaliere Teutonico, secolo XIII - Andrea Terzolo

...in questo modo questa terra che non ha nessuno che la coltivi si popolerà rapidamente e il suo numero di abitanti aumenterà incutendo terrore ai pagani per il bene dei credenti... (Bolla Papale 30 aprile 1224)

href="http://fun.supereva.it/taurimodel/dred/Teu_Blank_00.jpg"
target=_blank>Cavaliere Teutonico- Andrea Terzolo src="http://fun.supereva.it/taurimodel/dred/Teu_Blank_00.jpg" width=420>

Nell’anno del Signore 1236 i Cavalieri Portaspada di
Livonia, l’Ordine Monastico Militare sorto nell’area baltica, vennero incontro
ad una grave sconfitta nelle paludi di Saule.
Il Gran Maestro dell’Ordine
Volkwin venne ucciso insieme ad un numero considerevole di monaci cavalieri
negli scontri contro le forze estoni-lituane.
L’Ordine dei Portaspada si
rifaceva alla Regola dei Templari, ed era sorto nell’area baltica a difesa e
conquista degli avamposti cristiani nella regione.
Con la morte del loro Gran
Maestro i Portaspada chiesero l’aiuto dei cavalieri Teutonici tramite
l’intercessione del Papa.
Gregorio IX non fu insensibile alle loro richieste
e consegnò loro due bolle datate 1237 nelle quali incorporava l’Ordine dei
Portaspada a quello dei Teutonici.
Come unico riconoscimento all’identità dei
Portaspada venne disposto che la Livonia avrebbe formato un possedimento
separato, governato da un Maestro Provinciale.
In quegli anni fece irruzione
in Europa una grave minaccia proveniente da Est, i Mongoli dell’Orda d’oro che
dopo aver devastato le steppe presero Kiev.
Il Gran Maestro Popon D’Ostierna
si diresse con un contingente verso la Slesia e li si unii al Duca di
Polonia.
La battaglia tra la coalizione cristiana e i mongoli avvenne
nell’aprile del 1241 a Liegnitz.
I Cavalieri cristiani furono travolti e lo
stesso Gran Maestro gravemente ferito.
Anche i Mongoli subirono perdite
considerevoli e decisero di ripiegare in Russia non prima di una devastante
incursione in Ungheria.
Le ripercussioni delle invasioni mongole non si
fecero attendere e molti popolazioni indigene e pagane che risiedevano in
Prussia si sollevarono contro l’Ordine.
Negli anni che seguirono in quella
terra martoriata si susseguirono rivolte pagane contrapposte alle crociate
indette dal Clero che portarono non solo guerre ed evangelizzazione forzata, ma
anche l’afflusso di coloni tedeschi nell’area baltica.
Si arrivò anche allo
scontro con il Principe Nevskij e con la Russia, sempre con la benedizione del
Papa che intravedeva un altro colpo durissimo al credo ortodosso dopo la caduta
di Costantinopoli.
La sconfitta del Lago Peipus frenò le ambizioni dei
crociati sulla Russia (aprile del 1242) ma l’Ordine Teutonico concentrò le sue
risorse sulle zone baltiche, intuendo che per la Terrasanta presto sarebbe stato
tutto perduto.
E cosi fu,la città di Acri cadde nel 1291 dopo una disperata
difesa (tra i difensori ci furono anche una contingente di teutonici con alla
testa nientemeno che il Gran Mastro Konrad Von Feuchtwangen).
Nelle zone
baltiche negli anni a seguire l’Ordine creò un ricco possedimento e l’egemonia
nella regione continuò circa fino al primo quarto del XV secolo con la disfatta
militare di Tannenberg, l’avvento ideologico di Lutero e la fine dell’epopea dei
monaci cavalieri.
Il figurino:
Il figurino della ditta SOLDIERS
rappresenta un cavaliere teutonico durante la metà del XIII secolo, ambientato
nei rigidi climi baltici.

Cavaliere Teutonico- Andrea Terzolo src="http://fun.supereva.it/taurimodel/dred/Teu_Blank_02.jpg" width=420>

Il figurino è scolpito da Mike Blank, uno tra i
migliori interpreti “del figurinismo medioevale” che non necessita certo di
presentazioni.
La tipologia di armi permette al nostro soggetto di esser
dipinto come monaco cavaliere di qualsiasi ordine, o di un qualsiasi cavaliere
secolare europeo del periodo.
Sinceramente appena aperta la confezione sono
rimasto in parte deluso dal kit per alcuni difetti di anatomia evidenti tra cui
una gamba più lunga e un piede non proprio conforme, inoltre la veste si
presenta un po’ troppo spigolosa, anche per la scultura vigorosa di Blank.
Ma
durante la pittura ho apprezzato la (a questo punto presunta) “spigolosità”, che
mi ha portato a realizzare ombre e luci molto decise, seguendo sempre la teoria
della luce zenitale.

Cavaliere Teutonico- Andrea Terzolo src="http://fun.supereva.it/taurimodel/dred/Teu_Blank_03.jpg" width=420>

Sono partito dall’elmo,lucidato e svuotato
all’interno con l’ausilio di una piccola fresa montata su un minitrapano, per
aumentarne il realismo.
Seguono lavature con colori ad olio nero,marrone e
verde scuro diluiti in essenza di petrolio.
Le luci sono state ottenute con
l’ausilio dell’argento tipografico.
Ad asciugatura ultimata la consueta mano
di Tamiya X19 Smoke che esalta le luci sui metalli e dona un effetto
brunito.
Occorre prestare attenzione al braccio che regge l’elmo, il quale
necessita di alcune prove a secco per ottenere un convincente
posizionamento.
La tunica di colore bianco, colore tradizionalmente ostico, è
stata riprodotta mischiando nero + marron cubierta + uniforme inglese,
schiarendo poi progressivamente con il bianco pergamino (tutti i colori acrilici
sono della Valleyo).
Per le ombre è stato aggiunto nero e uniforme inglese in
quantità microscopiche fino al raggiungimento del risultato voluto.
Il
figurino è stato fissato alla sua basetta, il terreno è stato creato con del
Milliput e la neve è un prodotto Prochima, stesa a strati su una base di colla
vinilica.
Un albero sfrondato completa il lavoro.

Cavaliere Teutonico- Andrea Terzolo src="http://fun.supereva.it/taurimodel/dred/Teu_Blank_01.jpg" width=420>

Conclusioni:
A lavoro concluso sono rimasto
tutto sommato soddisfatto del mio soldatino (anche se con il bianco spero in
seguito di fare meglio!), e non nego la possibilità di realizzare nuovamente
questo soggetto magari con altre araldiche.
Questo figurino una volta
realizzato riesce a far dimenticare i propri difetti (vedi sopra), e come
sensazioni, mi rimanda al normanno di Latorre scolpito e prodotto anni or sono
per Elite.
Anch’esso con una gamba vistosamente fuori proporzione, ma
incredibilmente fantastico nel suo insieme.
Magari non ne ricalcherà il
successo … ma chi come il sottoscritto ama i pezzi di Blank un pezzo da
prendere in seria considerazione!




href="mailto:terand@inwind.it">Andrea Terzolo
href="http://www.andreaterzolo.it">www.andreaterzolo.it