Questo sito contribuisce alla audience di

Fiat 500 Maxi Evo. 2 - Pier Paolo Marcis

Un modello autocostruito ...

Fiat 500 Maxi Evo. 2 - P. Paolo Marcis

Lo spirito di base del modello, è stato quello di rendere esasperate le forme della popolare utilitaria, che negli anni passati è stata protagonista di tantissimi spunti in fatto d’elaborazioni sportive.
E’ stato utilizzato un vecchio stampo di carrozzeria su base Tamiya che ha subìto un lungo processo di modifica e adattamento.
L’obiettivo era rendere il risultato finale più accattivante conferendole un aspetto di muscolosità.

Fiat 500 Maxi Evo. 2 - P. Paolo Marcis
Fiat 500 Maxi Evo. 2 - P. Paolo Marcis

Carrozzeria
Gli interventi alla carrozzeria di base sono stati radicali, in quanto si è dovuto tagliare la zona dei passa ruota originali, e ricrearli di dimensioni maggiorate, arretrando l’assale posteriore per ospitare le ruote della Ferrari Mythos.
L’intervento più impegnativo è stato quello degli esterni, sono stati disegnati tutti i rigonfiamenti, ricavati da fogli di Plasticard sagomati secondo la zona in cui dovevano essere applicati, incollati e stuccati per rendere più omogenei i vari passaggi sulla carrozzeria.
Il tettuccio, che da modello originale era apribile, tipico della 500, è stato rifatto e inglobato nella carrozzeria come se fosse un unico pezzo, dove sono state applicate due prese d’aria.
Sui cofani sono state create delle prese d’aria supplementari.
I cristalli sui finestrini, applicati singolarmente, sono ricavati da un foglio d’acetato trasparente.

Fiat 500 Maxi Evo. 2 - P. Paolo Marcis
Fiat 500 Maxi Evo. 2 - P. Paolo Marcis

Interni
Stesso discorso per gli interni, completamente rifatti secondo le esigenze del modello.
La plancia è stata ridisegnata e resa più attuale, così da permettere l’inserimento di tutti quegli strumenti che necessitano ad un’auto da competizione.
La paratia interna che isola il motore dall’abitacolo, è stata rifatta così come i pannelli interni sulle portiere, anche se piuttosto spartani, con l’apertura delle porte a sgancio rapido.
La gabbia di protezione è ricavata da profilati a sezione tonda, e piegati a caldo.
I sedili di tipo racing, hanno subito un trattamento di ridimensionamento in quanto lo spazio interno dell’utilitaria è alquanto ristretto, pedane d’appoggio, estintori, freno a mano, cambio, pedaliere, sono stati rivisti.
A completare, sono stati inseriti i caschi con interfono, cuffie, cinture di sicurezza a quattro punti.

Fiat 500 Maxi Evo. 2 - P. Paolo Marcis

Fiat 500 Maxi Evo. 2 - P. Paolo Marcis

Motore 500 Maxi Evo. 2
Si tratta del Lancia Delta Evoluzione 4×4 modificato e adattato.

Grafica
D’ispirazione personale, per quanto concerne il posizionamento dei vari sponsor, utilizzando la livrea storica della Martini Racing.

Fiat 500 Maxi Evo. 2 - P. Paolo Marcis





Pier Paolo Marcis
Racing Club Model Car