Questo sito contribuisce alla audience di

Celta - Alessandro Carlino

Un portastendardo in 54 mm ...





La Storia
I popoli celtici per un lungo periodo storico dominarono il mondo antico.
Dal centro dell’Europa, invasero la Grecia e arrivarono fino a Roma.
La loro organizzazione in tribu’ o clan, spesso in lotta tra loro, fu sinonimo di scarsa aggregazione sociale, questa caratteristica fu sfruttata dai Romani che a poco a poco li sottomisero.
Solo la Britannia rimase una roccaforte celtica ma le tribu’ rimaste, Scozzesi, Irlandesi e Gallesi, dovettero ben presto contrapporsi alle invasioni vichinghe e normanne.

Celta -  A. Carlino

Il Figurino
Difficilmente dipingo il figurino come proposto sulla confezione, di conseguenza quando parto a colorare decido i colori man mano che dipingo!!
Generalmente uso colori acrilici della Vallejo e Andrea, ma per gli incarnati uso gli acrilici della Liquitex, hanno una finitura semilucida tipica dell’incarnato e sono dotati di un pigmento talmente fino da non fare vedere i colpi di pennello.

Celta -  A. Carlino

I tessuti sono stati riprodotti con l’ausilio di solo tre colori: rosso, giallo e blu (i cosiddetti primari) con i due neutri bianco e nero: teoricamente con questi cinque colori si potrebbero ricreare tutti gli altri.

Celta -  A. Carlino

Per i metalli il procedimento e abbastanza semplice.
Per ottenere l’effetto invecchiato, inizio con dell’Oro tipografico miscelato al terra di Cassel ad olio, ad asciugatura avvenuta, almeno 24 ore, dipingo le luci direttamente con l’oro tipografico, poi, sui punti di estrema luce, aggiungo qualche punta di argento tipografico che vado subito a picchiettare con un pennello asciutto per far sì che si fonda insieme al color oro.
Quando tutto e perfettamente asciutto effettuo dei lavaggi nelle zone presumibilmente ossidate con un colore ruggine per poi finire completo il tutto con una mano di trasparente lucido!!

Celta -  A. Carlino

Il figurino e’ stato dipinto considerando la luce che arriva da una angolazione altissima (zenitale). La tecnica e’ molto facile da riprodurre e di sicuro effetto!

Alessandro Carlino