Questo sito contribuisce alla audience di

La colazione del Fuhrer - Ivano Franco

Una scenetta in 1:72 tra storia e fantasia.

La storia
E’ il mattino del 10 maggio 1940 quando le armate tedesche invadono Belgio ed Olanda, dando il via alla “guerra lampo” contro l’Europa Occidentale; poche settimane dopo, ad una media di avanzata di 50 Km al giorno, le formazioni della Wehrmacht attraversano la Senna ed il 12 il Governo francese dichiara Parigi “città aperta” per evitarne la distruzione.
Il 22 giugno la Francia firma l’ armistizio-capestro con la Germania.
Il giorno successivo, di primissimo mattino, giunge a Parigi Adolf Hitler per compiere una breve visita nella capitale francese … sino a qui la storia, quindi lo spazio lo prende la fantasia …
Ripercorrendo infatti queste date, ho provato ad immaginare cosa avrebbe potuto fare il Fuhrer prima di lasciare Parigi a seguito della sua visita e mi è venuto in mente che probabilmente… avrebbe voluto provare la rinomata cucina francese!
Ecco allora comporsi nella mia mente “la colazione del Fuhrer”, una scenetta che si svolge nelle strade della Parigi ormai brulicante di divise ed armi tedesche.
Alla fine, tra storia e fantasia modellistica, non so’ realmente se Hitler abbia o no pranzato in un ristorante parigino, ma la scenetta l’ho ricostruita così come ve la presento attraverso questi scatti fotografici.

La colazione del Fuhrer - Ivano Franco

La fantasia
Contrariamente a quanto si è soliti fare, voglio partire dalla descrizione della scena nel suo complesso, dedicando brevi cenni ai particolari che la compongono.
La facciata del ristorante ha per base il bistrot francese realizzato in vacuform dalla polacca TM Diorama, alla quale ho aggiunto le tendine, realizzate con fazzolettini di carta imbevuti in una soluzione di colla vinilica ed acqua, e le vetrate in acetato; anche il marciapiede e la pavimentazione stradale sono della stessa casa.

La colazione del Fuhrer - Ivano Franco

Ho quindi deciso di sistemare, parcheggiata in attesa dinnanzi al ristorante, una Mercedes Benz G4/W31 della Hasegawa.

La colazione del Fuhrer - Ivano Franco

La colazione del Fuhrer - Ivano Franco

A protezione della strada ho posizonato un Somua S 35 francese, preda bellica utilizzata, con insegne e colori della Wehermacht, in operazioni di protezione e polizia militare soprattutto nelle città.

La colazione del Fuhrer - Ivano Franco

Nello specifico il carro è un pezzo della francese Heller, montato praticamente da scatola; le uniche migliorie hanno riguardato i predellini posti sui parafanghi laterali, realizzati in filo di ferro opportunamente sagomato, oltre che lo sportello del capo-carro che ho dovuto tagliare e ricostruire in plasticard per tenerlo aperto, completandolo appunto con il capo-carro, avanzo di altre scatole di montaggio.

La colazione del Fuhrer - Ivano Franco

La colazione del Fuhrer - Ivano Franco

Piccolo vezzo in merito: le braccia del soggetto sono state sostituite con quelle di un Panzergrenediere della Italeri, decisamente meglio incise e realistiche.
A completare la scena, otto figurini in 1:72, in parte riesumati dalla “scatola degli avanzi”, in parte provenienti dalla già citata scatola Italeri dei Panzergrenadiere.
Alla fine del lavoro, credo di aver realizzato una scenetta in 1:72 forse non perfetta, ma simpatica nell’idea, soprattutto per quell’Adolf Hitler che non c’è… ma aleggia sicuramente nell’aria!

La colazione del Fuhrer - Ivano Franco

Alla fine del lavoro, credo di aver realizzato una scenetta in 1:72 forse non perfetta, ma simpatica nell’idea, soprattutto per quell’Adolf Hitler che non c’è… ma aleggia sicuramente nell’aria!







Ivano Franco
I Tauri Model Club