Questo sito contribuisce alla audience di

Gran Maestro Teutonico - Fernando Volpe

Una autocostruzione in 90 mm in progress ...

Per la realizzazione di questo pezzo mi sono ispirato all’omonimo pezzo della Pegaso, personalizzando la posa secondo il mio gusto.

Gran Maestro Teutonico. - Fernando Volpe

L’idea era di rappresentare un cavaliere teutonico che dopo una lunga marcia sosta su una sporgenza rocciosa e guarda verso una ipotetica pianura sottostante, magari dove si stà organizzando l’esercito nemico.
Dalla foto si nota che lo scudo è stato momentaneamente appoggiato a terra, ma in realtà a fine colorazione doveva essere sistemato, con relativa cinghia, sulle spalle del teutonico. Ho deciso di non inserire più lo scudo, in quanto ho notato che appesantiva troppo il pezzo. Riciclerò lo scudo per qualche altro pezzo.
Ho impiegato principalmente stucco Duro per il panneggio ed i particolari, ed una mescola di Duro e Magic Sculpt per la realizzazione dell’elmo.
Ho optato per questo mix in quanto la presenza del Magic mi permetterà successivamente di carteggiare e limare la superficie, cosa che non è molto semplice con il Duro.
Ho inoltre impiegato del Plasticard per la realizzazione dell’ascia, dello scudo, della spada e dello stendardo.

Gran Maestro Teutonico. - Fernando Volpe

Stendardo
Per realizzare questo pezzo ho per la prima volta impiegato una tecnica differente.
Solitamente si utilizza dello stucco (Duro) tirato a sfoglia e lavorato per conferirgli il giusto aspetto.
In questo caso ho invece impiegato un foglio di Plasticard dello spessore di 0.5 mm.
Ho disegnato e ritagliato la sagoma della bandiera e, con l’ausilio della fiamma di un accendino, ho fatto ammorbidire e dato forma al tutto.
Bisogna stare attenti a non avvicinare troppo la fiamma altrimenti la plastica si scioglierà.
Successivamente ho attaccato, con l’ausilio di una colla specifica per la plastica, la bandiera ad un’asta, sempre di plastica, ed infine ho perfezionato la giunzione tra i due con del Duro.
La punta è invece realizzata con Magic lungamente carteggiato.

Gran Maestro Teutonico. - Fernando Volpe

Ascia
Per la costruzione di questo particolare ho impiegato Duro e Plasticard.
Come al solito ho disegnato e ritagliato la sagoma della lama, e dopo un lungo lavoro di carteggio ho ottenuto il risultato desiderato.
Successivamente l’ho incollata ad un tondino di Plasticard.
Una volta asciugato sono passato al lavoro di stucco.
Prima fase è realizzare la struttura in legno dell’asta (incisione delle venature del legno a stucco ancora fresco), successivamente si perfeziona l’attaccatura della lama al legno, poi si crea il manico con una sottile striscia di stucco Duro ed infine si perfeziona il tutto, creando le chiusure dell’impugnatura, la cordicella.
In pratica solo per realizzare l’ascia ci sono voluti circa 10 passaggi tra Plasticard e stucco. Ma almeno il risultato finale è ottimo.

Gran Maestro Teutonico. - Fernando Volpe

Base
E’ stata realizzata con il Das.
Una volta asciugato con l’aiuto di un taglierino ho iniziato il lavoro di sgrossatura, eliminando interi pezzi, incidendo le crepe e le fenditure.
Successivamente ho incollato dei piccoli pezzetti di sughero a simulare delle pietre ed ho perfezionato il tutto con del Milliput grana fine testurizzato con un pezzo di sughero.
Infine ho steso sul tutto un leggero strato di Vinavil.
Questa ultima operazione è importante in quanto oltre a compattare il tutto, mi faciliterà la successiva fase di colorazione.
Infatti il Das è molto poroso e passarci il colore direttamente non è gran cosa.
Quindi lo strato di vinavil, una volta asciutto creerà una sorta di barriera impermeabile che ci aiuterà in fase di colorazione.








Fernando Volpe

Link correlati