Questo sito contribuisce alla audience di

Guadalajara, il T26 - Ivano Franco

Un carro sovietico nella Guerra di Spagna.

alt="Guadalajara, il T26 - Ivano Franco"
src="http://giaba.supereva.it/Tauri/Ivano/Guadalajara_01.jpg" width=580>

Se
l’episodio di Guernica, durante la guerra civile spagnola (1936-39), è
tristemente ricordato come il primo bombardamento militare in grande stile su di
una città, che ha aperto la stagione del coinvolgimento diretto e pesante dei
civili nelle tragedie delle azioni militari, Guadalajara, nella stessa guerra,
rimane la piccola cittadina dell’altopiano spagnolo della Nuova Castiglia
divenuta sinonimo della prima grande sconfitta del fascismo nell’Europa degli
anni Trenta dello scorso secolo, avvenuta nel marzo del 1937.

Guadalajara, il T26 - Ivano Franco src="http://giaba.supereva.it/Tauri/Ivano/Guadalajara_02.jpg" width=580>

L’avere per le mani il kit di un T 26 sovietico mi ha quindi subito
suggerito la ghiotta idea di ambientare questo mezzo proprio nella campagna di
Guadalajara dove esercito repubblicano e “volontari” fascisti italiani si
scontrarono in una lunga battaglia che assunse ancor più caratteri fratricidi
visto l’utilizzo anche in quel fronte, tra le fila repubblicane, della brigata
internazionale “Garibaldi”, formata da esuli ed antifascisti
italiani.

Guadalajara, il T26 - Ivano Franco src="http://giaba.supereva.it/Tauri/Ivano/Guadalajara_03.jpg" width=580>

Guadalajara, il T26 - Ivano Franco src="http://giaba.supereva.it/Tauri/Ivano/Guadalajara_04.jpg" width=580>

Sono
ovviamente partito dalla costruzione del T 26: si tratta del modello in scala
1:72 della ucraina CkiO, che riproduce la versione ad una sola torretta del
1933, modifica della prima versione del 1931 che presentava due torrette.
Il
kit, non semplicissimo nell’assemblaggio ed anche non sempre perfetto nella
realizzazione, presenta oltre alle stampate in plastica anche un foglio di
fotoincisioni con sportelli, staffe ed i lunghi parafanghi caratteristici del
mezzo.

Guadalajara, il T26 - Ivano Franco src="http://giaba.supereva.it/Tauri/Ivano/Guadalajara_07.jpg" width=580>

Guadalajara, il T26 - Ivano Franco src="http://giaba.supereva.it/Tauri/Ivano/Guadalajara_06.jpg" width=580>

In
questo caso non mi dilungo nella spiegazione delle operazioni di assemblaggio,
migliorie e colorazioni; lascio che parlino le immagini, ricordando soltanto il
lungo lavoro ad aerografo effettuato per riprodurre i colori della bandiera
spagnola repubblicana a fronte e retro della torretta, che ha comunque prodotto
un risultato sicuramente più realistico rispetto alla soluzione presentata
dall’utilizzo delle decal!

Guadalajara, il T26 - Ivano Franco src="http://giaba.supereva.it/Tauri/Ivano/Guadalajara_05.jpg" width=580>

Per la
scenetta ho provato a riprodurre un terreno spoglio, martoriato dai
combattimenti e fangoso, visto che lo scontro a Guadalajara fu lungo, faticoso
ed accompagnato da pioggia, freddo ed in alcuni momenti pure da
nevischio.

Guadalajara, il T26 - Ivano Franco src="http://giaba.supereva.it/Tauri/Ivano/Guadalajara_08.jpg" width=580>

I tre
soldatini sono fanti italiani della Waterloo, visto che tra i miliziani italiani
erano presenti pure divisioni regolari dell’Esercito facenti parte del corpo di
spedizione che il Governo Italiano d’allora tentò grossolanamente di celare
sotto la dizione di “volontario”.

Guadalajara, il T26 - Ivano Franco src="http://giaba.supereva.it/Tauri/Ivano/Guadalajara_09.jpg" width=580>






src="http://taurimodel.supereva.it/taurifirma.gif">
href="mailto:ivano.franco@katamail.com">Ivano Franco
href="mailto:taurimodel@yahoo.it">I Tauri Model Club

src="http://taurimodel.supereva.it/ivano/Ivano.jpg">

Link correlati