Questo sito contribuisce alla audience di

Tornado IDS - Stefano Lana

Il Tornado si veste di grigio

Ho sempre nutrito interesse e suggestione per gli aerei italiani; il mio sogno sarebbe quello di realizzare una collezione che inizi dagli anni venti fino ad oggi.
Il Tornado fu concepito dal consorzio europeo per creare un aereo da interdizione che potesse colpire gli obiettivi volando ad alta velocità ma a bassissima quota.
In Italia rappresenta la punta di diamante delle forze aeree d’attacco; esso svolge svariati compiti: attacco al suolo, missioni SEAD, ricognizione, missioni antinave etc.


Tornado IDS © Stefano Lana - Click to enlarge

Diorama
La scena del diorama raffigura un Tornado del 6° stormo di Ghedi del 154° gruppo durante le operazioni di guerra in Kosovo nel 1998.
L’aereo è posto al centro del piazzale; è nella nuova colorazione monogrigio; armato con i missili sidwinder per la difesa a distanza ravvicinata, da due cannoni da 23mm, sotto le ali sono appesi i serbatoi di combustibile e i due sistemi per la dispersione di chaff; ventralmente sono evidenziati il sistema a guida laser CLDP e una bomba GBU16 a guida laser.
Il pilota e il navigatore studiano i piani di volo sul lato sinistro del mezzo mentre dal lato opposto li sta per raggiungere un tecnico.
L’altro lato dell’aereo mostra i portelli dell’avionica e del cannone ancora aperti; forse dimenticati da qualcuno che aveva intenzione di mostrarci alcuni particolari :-)


Tornado IDS © Stefano Lana - Click to enlarge

Materiali
Per realizzare il mio Tornado ho utilizzato il modellino dell’Hasegawa in scala 1/72, fotoincisioni Eduard, set di conversione Verlinden e decal Tauromodel BOZ 102 recuperati da due vecchi Tornado Italeri.
I figurini e accessori sono Esci e Hasegawa.

Colori ed altri materiali
Ho utilizzato tutti colori della Humbrol:
per il grigio del tornado il 165 interni 127
Bianco e nero 34 e 33
Altri colori acrilici per belle arti
Cementite


Tornado IDS © Stefano Lana - Click to enlarge

Realizzazione e colorazione
Ho iniziato dall’interno dell’abitacolo colorandolo e dettagliandolo con le fotoincisioni.
Sul lato destro della fusoliera ho tagliato i portelli del cannone e delle apparecchiature e ho inserito i pezzi in resina.
Il modello non è complicatissimo da montare, basta fare attenzione e non avere fretta: dopo averlo montato ho colorato ad aerografo l’intero modellino con il grigio.
Non esiste in commercio il colore originale dell’aeronautica militare ma questo colore si avvicina molto e bisogna considerare che con la polvere usura e sporcizia spesso aerei dello stesso reparto hanno vari tipi di grigio.
Ho effettuato sporcature con lavature di nero e ho ripassato le incisioni anche con una matita.
Ho spruzzato poi una colorazione trasparente lucida, ho messo le decal ed infine ho fissato tutto con una mano di trasparente satinato e il gioco era fatto.
Ho posizionato poi l’armamento: serbatoi, carrelli, portelli e tettuccio con i vari particolari più minuti.
L’armamento principale è costituito da una bomba GBU 16 Haesegawa mentre il pod a guida laser è stato costruito partendo da un vecchio pod dell’Hasegawa tagliato e sagomato.
Per realizzare alcune antenne ho utilizzato strisce di plasticard mentre per i conetti neri ECM posti sopra e sotto la fusoliera ho utilizzato la punta di due vecchi sidwinder.
Infine ho preparato la base con della cementite e l’ho colorata incidendo i pannelli che costituiscono le piste di atterraggio.
Il diorama e’ stato completato incollando l’aereo e i vari figurini.


Tornado IDS © Stefano Lana - Click to enlarge

Note
Devo ringraziare mio fratello Fabrizio Lana per quanto riguarda le sporcatore e per il servizio fotografico fatto dal mio caro amico Riccardo Esposti.

Stefano Lana
[Gallery]

    

Click here to go!