Questo sito contribuisce alla audience di

"La sosta", Iraq 1991 - Mario Bentivoglio

Diorama rappresentante una jeep USA Hummer durante il primo conflitto nel Gofo.

La scena raffigura una pattuglia esplorante di soldati dell’esercito USA in un momento di pausa.
I primi due figurini, il soldato che sta salendo sulla jeep e quello di guardia sulla sinistra, sono stati allarmati da un rumore proveniente dalla loro sinistra mentre il soldato sulla jeep sta facendo notare all’altro seduto sotto il tempietto di ricordarsi di prendere un’arma controcarro posta alla destra del tempietto per non dimenticarla, nel caso in cui la minaccia avvertita dai loro commilitoni, li obblighi ad una rapida manovra diversiva.

La sosta © M. Bentivoglio - Click to enlarge

Hummer M-1025 w/Grenade launcher 40 mm (Academy)
Ho usato il kit della Academy che riproduce in maniera corretta le dimensioni del veicolo ruotato statunitense con l’aggiunta della conversione della Verlinden per dettagliare gli interni e per portarlo alla configurazione M-1025, dato che il kit della casa coreana riproduce la versione M-966 dotato di sistema TOW.
Per dettagliare ulteriormente il modello ho usato alcune fotoincisioni della Eduard per completare o sostituire tutti i particolari più minuti o mancanti (in alcuni casi), avanzati da precedenti lavori.
Gli interni della jeep sono stati dettagliati con autocostruzioni in plasticard, rod e fili di rame al fine di riprodurre il complesso sistema di fili e connessioni dell’apparato radio posto centralmente vicino al guidatore seguendo le numerose foto degli interni.

La sosta © M. Bentivoglio - Click to enlarge

La sosta © M. Bentivoglio - Click to enlarge

La sosta © M. Bentivoglio - Click to enlarge

La sosta © M. Bentivoglio - Click to enlarge

Figurini
Per la scenetta ho usato dei figurini della Dragon , tutti relativi a soldati USA che hanno prestato servizio nella guerra del golfo e in più ho usato un fante Usa che ho trovato all’interno del kit, quello seduto sugli scalini del “tempietto” con l’effige di Saddam Hussein.
A tutti i figurini ho sostituito le teste con altre provenienti da set della Verlinden e di altre marche, tutte in resina.
Sono stati dipinti con acrilici lifecolor e rifiniti con colori ad olio e la realizzazione della mimetica Usa adottata in Irak nel 1991 è stato un pochino lunga e laboriosa vista la complessità del disegno a 7 toni.
Spero di essere riuscito a riprodurre fedelmente il disegno… aspetto Vostri commenti e suggerimenti in merito.

La sosta © M. Bentivoglio - Click to enlarge

La sosta © M. Bentivoglio

Ambientazione
Ho inserito il mezzo su una base in polistirolo duro, ricoperto con un foglio di carta vetrata per riprodurre la strada e nell’angolo sinistro ho completamente autocostruito, sempre con un pezzo di polistirolo ad alta densità, il tempietto raffigurante l’effige di Saddam Hussein, effige composta da mattonelle disposte a mosaico.
In alcuni punti le mattonelle sono mancanti come visto in alcune foto reali.
Il marciapiede è stato riprodotto con legno di balsa, i gradini sempre in polistirolo.

Sabbia mista ad acqua e colla vinilica è servita a completare le parti ricoperte di sabbia ai lati del manto stradale.
Reti e stracci sono serviti a riempire un po’ la scenetta mentre nell’angolo accanto al tempietto ho inserito una scatola di cartone contenente delle lattina di una nota marca di bevanda: dal colore potete capire a cosa mi riferisco.

La sosta © M. Bentivoglio

Colorazione
I colori usati sono della Tamiya, XF57 (schiarito successivamente con del bianco opaco, sempre Tamiya) e della Lifecolor, seguiti da lavaggi ad olio e a drybrush con tonalità più chiare all’interno dei pannelli della jeep.
Le microscrostazioni le ho eseguite con un pennellino fine, tecnica che sto usando per cercare di renderle veritiere in base alle fotografie viste del mezzo in ambiente desertico.
Con i gessetti ho cercato di riprodurre uno strato finissimo di polvere tipico del luogo.

La sosta © M. Bentivoglio - Click to enlarge

    

Mario Bentivoglio
[Gallery]
Associazione Modellisti Bresciani

 
Le foto sono state scattate da Mauro Carnevali, mio amico e socio del club a cui appartengo.

 

Click here to go!