Questo sito contribuisce alla audience di

Heinkel HE 11 H-6 - Cristiano Montagnani

Kit Italeri in scala 1:72

Heinkel HE 11 H-6 - © Cristiano Montagnani - Click to enlarge

Un pò di storia:
Questo aereo rappresenta la versione più usata del classico bombardiere. Come altri aerei anche questo nacque come aereo civile per evadere le clausole del trattato di Versailles, ma in modo da essere facilmente convertito in aereo bellico.
Con la versione H, venne migliorato l’armamento difensivo, che costituiva il punto debole di questo aereo.
Nonostante durante la seconda Guerra Mondiale l’HE 111 fosse un modello superato, costituì insieme al più moderno Junkers JU 88 il nerbo dell’aviazione da bombardamento tedesca, riscuotendo la simpatia degli equipaggi grazie alla sua alta manovrabilità.

Heinkel HE 11 H-6 - © Cristiano Montagnani - Click to enlarge

La versione H-6 risultò altamente versatile; utilizzato inizialmente come silurante, fu anche utilizzato come bombardiere in quota con carichi di bombe in varia combinazione appese a piloni ventrali in fusoliera e sganciò anche bombe sperimentali volanti teleguidate.
L’equipaggio era composto da 4 uomini, portati poi a 5 per l’aggiunta di un armiere addetto addetto alle mitragliatrici laterali.
Fu utilizzato in Russia, Inghilterra e Africa, scenario in cui pone il modello realizzato.

Heinkel HE 11 H-6 - © Cristiano Montagnani - Click to enlarge

Caratteristiche tecniche:
Apertura alare: 22.60 m
Lunghezza: 16.40 m
Velocità massima: 415 km/h
Armamento difensivo: 1 cannone da 20mm, 5-6 MG da 7.9mm
Carico offensivo: 2 siluri LT950 oppure 2500 kg di bombe
Motori: 2 Jumo 211 F-2 a 12 cilindri a V raffreddati ad acqua da 1350 HP al decollo
Quota di tangenza: 7800 m
Equipaggio: 5 uomini

Heinkel HE 11 H-6 - © Cristiano Montagnani - Click to enlarge

Il modellino:
Il modellino realizzato è un Kit Italeri 1:72 molto vecchio, dopo aver incollato il tutto, come da tradizione (trattandosi di un vecchio kit di montaggio la qualità delle plastiche non era delle migliori), ho dovuto lavorare parecchio di stucco e spatola per ridurre al minimo le linee di accoppiamento, prestando particolare attenzione, durante la fase di carteggiamento, a non spianare anche le pannellature, che su questo modello erano in rilievo e non incise.
Dopo una prima mano di primer bianco, ho verniciato ad aerografo, con vernice marrone scura linee delle pannellature, e successivamente con il color sabbia della model master sono passato a verniciare l’intero aereo, soffermandomi nelle zone che volevo coprire di più e cercando di non coprire del tutto le linee fatte in precedenza cercando di evidenziare il più possibile i pannelli.
Con il verde European green ho creato le macchie della mimetizzazione, sempre ad aerografo.

Heinkel HE 11 H-6 - © Cristiano Montagnani - Click to enlarge

Dopo una mano di trasparente lucido, ho applicato le decal e successivamente ho steso altro trasparente lucido.
A questo punto sono passato a creare l’invecchiamento della carlinga.
Questa operazione è stata piuttosto difficoltosa, ed ahimè come si vede nelle foto, non è venuta gran che.
Il problema sono state le pannellature, che come gia specificato erano in rilievo, quindi i vari lavaggi effettuati con vernici ad olio di colore giallo ed in seguito marrone scure, non si depositavano a dovere e non creavano l’effetto voluto sui pannelli della fusoliera e delle ali.
Ho provato anche con polvere di gessetto ma anche in questo caso niente da fare.
Per quanto riguarda invece le sporcatore di carburante ecc ho usato la tecnica del dry brush.
Ala fine ho coperto tutto con trasparente opaco.
Per rendere i vetri della carlinga opachi ho passato un cotton fioc imbevuto nell’acqua ragia, ottenendo così l’effetto di un vetro sporco (o almeno spero).
La Kubelwagen è un modellino della preiser verniciata color sabbia.

Heinkel HE 11 H-6 - © Cristiano Montagnani - Click to enlarge

Anche qui dopo una mano di trasparente lucido ho eseguito dei lavaggi con vernici ad olio marrone scuro per renderla un po’ più vissuta.
I soldatini, sempre di marca Italeri non sono troppo rifiniti, ma purtroppo essendo di plastica morbida non sono facili da rendere perfetti e non è facile far sparire le giunture e le sbavature.
Ho fatto il possibile con la verniciatura, spero che l’effetto ottenuto sia accettabile.

Heinkel HE 11 H-6 - © Cristiano Montagnani - Click to enlarge

La basetta:
La base è stata modellata con del DAS pronto che una volta essiccato ho ricoperto con della sabbia per creare una ipotetica ambientazione nel deserto.

 

Cristiano Montagnani
© 2008
[ Gallery]

 

Click here to go!

    

Argomenti