Questo sito contribuisce alla audience di

Le Porsche Martini dal 1973 al 1978 (III) - Mario Galimberti

Capitolo 3 – Le code si allungano

Nell’ultimo appuntamento europeo della stagione 1973, la 1000 km di Zeltweg, venne provata una vettura con una coda allungata, una configurazione aerodinamica studiata per l’impiego sui circuiti veloci.
Nonostante la vettura si sia comportata nettamente meglio della sorella schierata nella configurazione abituale (in gara percorse un giro in più mentre in prova distanziò l’altra RSR di quasi due secondi), questa configurazione aerodinamica venne poi scartata perché rendeva la vettura troppo sensibile al vento laterale.
Il kit è stato prodotto dalla BBR.

Porsche Carrera RSR © Mario Galimberti - Click to enlarge

Porsche Carrera RSR © Mario Galimberti - Click to enlarge

La scocca è in resina, i contorni dei vetri sono in fotoincisione.
Le maggiori difficoltà le ho incontrate nella verniciatura in quanto i due spoiler sono uniti alla scocca in un unico pezzo.
Ho preferito iniziare con il giallo sui paraurti, e poi una volta asciutto ho mascherato i medesimi per poi procedere con l’argento metallizzato.
Bisogna maneggiare con molta cura la scocca durante le varie fasi della lavorazione in quanto le due pinne posteriori sono molto fragili.

Per il 1974 la casa di Stoccarda ha dotato la Carrera di un motore da 2142cc turbo, che dava alla vettura una potenza attorno ai 500 CV.
Il modello della vettura in questione è della Starter e riproduce la vettura che ha ottenuto il secondo posto assoluto alla 24 ore di Le Mans.

Porsche Carrera RSR © Mario Galimberti - Click to enlarge

Porsche Carrera RSR © Mario Galimberti - Click to enlarge

Il kit è in resina, molto semplice da assemblare; l’unica difficoltà è rappresentata dalla posa della decal che riproduce la banda rossa e blu della livrea Martini.

Nel 1975 la Porche, in forma ufficiale, non parteciperà a nessun campionato Gran Turismo in quanto impegnata a realizzare una nuova vettura, la 930 Turbo, che servirà come base per lo sviluppo di due nuove vetture da competizione, una per le specifiche del Gruppo 4 e l’altra per quelle del Gruppo 5.

 

Mario Galimberti
[Gallery]
Mediolanum Modelling Club

    

Click here to go!