Questo sito contribuisce alla audience di

Le Porsche Martini dal 1973 al 1978 (V) - Mario Galimberti

Capitolo 6 – 1977 e 1978

Nel 1977 la Porche realizzò una nuova configurazione per la sua vettura denominata 935/77.
La differenza sostanziale rispetto alla versione del 1976, oltre alla carrozzeria era l’adozione di una seconda turbina.
Questo dava alla vettura una potenza di 630 CV rispetto ai 590 CV della versione con la singola turbina.
Dopo aver conquistato abbastanza agevolmente il campionato mondiale marche, la casa di Stoccarda decise di ritirare le 935 ufficiali dalle competizioni; queste negli anni successivi saranno affidate esclusivamente ai team privati, con un’unica eccezione per la 24 ore di Le Mans del 1978.
Per la gara francese la casa tedesca decise di realizzare una versione molto particolare della 935 ancora più affusolata per poter ottenere un ulteriore miglioramento del coefficiente aerodinamico.
Era nata la 935/78 meglio conosciuta come “Moby Dick”. Spinta dal classico 6 cilindri boxer di 3211cc sovralimentato da due turbine KKK per una potenza complessiva di 750 CV, disputò la sua prima gara alla 6 ore di Silverstone dove ottenne la vittoria assoluta con Ickx-Mass, mentre a le Mans conquistò l’ottavo posto assoluto con Stommelen-Schurti.
Venne schierata in altre due gare, la 6 ore di Vallelunga e la 200 miglia di Norimberga prima di entrare definitivamente nel museo Porsche.

Porsche 935 - © Mario Galimberti - Click to enlarge
Porsche 935/77 - Le Mans 1977

Porsche 935 - © Mario Galimberti - Click to enlarge
Porsche 935/77 - Le Mans 1977

Anche questi due kits sono della Starter.
La versione 1977 è molto semplice da assemblare, mentre la Moby Dick necessita di alcuni accorgimenti.
In questo modello è presente una fotoincisione che oltre a fornire il labbro anteriore ed il tergicristallo (come in tutte le altre 935) include i due supporti e le due paratie dell’ala posteriore, che si completano con l’elemento orizzontale in resina.
Il tutto va assemblato prima della verniciatura e questo comporta poi il dover maneggiare la carrozzeria con molta cura.
La banda Martini presenta un rosso fluorescente, ed in questa tonalità sono anche il labbro anteriore ed i quattro cerchioni.
Il foglio decal fornisce apposite porzioni per rivestire queste parti, ma io per un maggior realismo ho preferito verniciarle con il Fluorescent Red 1775 della Testor.

Porsche 935 - © Mario Galimberti - Click to enlarge
Porsche 935/78 - Le Mans 1978

Porsche 935 - © Mario Galimberti - Click to enlarge
Porsche 935/78 - Le Mans 1978

Anche per questi due modelli ho realizzato i ganci fermacofano con del filo metallico opportunamente sagomato e verniciato i cerchioni con il Chrome 107 della ALCLAD.

 

Mario Galimberti
[Gallery]
Mediolanum Modelling Club

    

Click here to go!