Questo sito contribuisce alla audience di

Ferrari F60- Mario Galimberti

G.P. Monaco 2009, kit Tameo in scala 1/43

Ferrari F1 logo

Il 2009 non è stato sicuramente un anno colmo di soddisfazioni per la casa del Cavallino; purtroppo la F60 si è dimostrata da subito non all’altezza delle rivali, e l’unico risultato degno di nota è stata la vittoria di Raikkonen a Spa.

Ferrrari F60 © Mario Galimberti - Click to enlarge

Il primo kit realizzato da Tameo nella consueta scala 1/43, è relativo alla vettura utilizzata nel GP di Monaco.
In questa stagione la casa italiana ha utilizzato, per le sue monoposto, un nuovo colore rosso perlato.
La casa ligure consiglia di verniciare il modello nel “classico” Rosso Fiat 120 e poi di dare il Trasparente Perlato
TS 65 della Tamiya.
Il modello risulta abbastanza semplice da assemblare, grazie anche ai nuovi regolamenti che hanno abolito le varie alette e deviatori di flusso.

Ferrrari F60 © Mario Galimberti - Click to enlarge

L’unico consiglio che mi sento di dare è quello di verniciare l’ala anteriore senza i due piccoli deflettori che
vanno posizionati davanti alla paratia verticale dell’ala; questi è meglio verniciarli a parte e posizionarli dopo
aver posizionato la scritta relativa allo sponsor telefonico.

Ferrrari F60 © Mario Galimberti - Click to enlarge

L’unica nota negativa, a mio avviso, riguarda l’ala posteriore. Questa va assemblata e posizionata sul suo supporto
il quale andrà poi ad incastrarsi tra la scocca ed il pianale. Questo, oltre a creare una certa difficoltà di maneggio
della scocca in quanto poi bisogna procedere all’assemblaggio delle sospensioni posteriori non permette poi una
eventuale correzione della posizione dell’ala che alla fine mi è risultata leggermente inclinata verso l’alto.
Per quanto riguarda la decorazione, sui lati dello snorkel e sull’ala posteriore è presente un logo con delle barre verticali.

Ferrrari F60 © Mario Galimberti - Click to enlarge

Per le leggi in vigore che proibiscono la pubblicità dei tabacchi il kit viene commercializzato senza queste decals.
Bisognerà quindi ricavarle da qualche foglio decal appositamente realizzato per il completamento dei die-cast.
Per quanto riguarda le altre versioni di questa vettura la casa italiana ha annunciato altri due kits, uno relativo
alla vettura utilizzata nel vittorioso GP del Belgio e l’altro relativo alla vettura schierata nel GP d’Italia.

 

Mario Galimberti
[Gallery]
Mediolanum Modelling Club