Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Dubbi verniciatura

Domanda

Salve sono Marco da Torino.Innanzi tutto vorrei complimentarmi per la vostra utilissima guida che mi e stata molto di aiuto in molti casi. Da un paio di mesi circa mi sono dedicato alla costruzione di alcuni kit di aerei in piccola scala (poco costosi) allo scopo di accumulare esperienza in vista di un aereo piu grande. Essendo alle prime armi non posseggo l'aerografo e mi sono quindi attrezzato di un set di pennelli di piccole e medie dimensioni. Tuttavia in tutti i modelli che ho costruito sono rimasto insoddisfatto della verniciatura, in quanto mi hanno sempre dato l'effetto di "appena uscito di fabbrica"; infatti le linee di demarcazione della colorazione mimetica sono molto definite e per questo motivo volevo chiederle qualche trucchetto per sfumare un pò queste linee (dando un effetto simile alla verniciature ad aerografo). Inoltre non riesco ad imprimere al modello un giusta tecnica di "invecchiatura" rovinando spesso e malvolentieri i modelli. Ancora un paio domande: -Bisogna dare il colore di fondo (primer) anche ai pezzi interni oppure serve solo per la parte esterna dell'aereo? -Il negoziante in cui ho acquistato i modelli mi ha consigliato e venduto colori acrilici. Sono preferibili gli acrilici o gli smalti? Sicuramente le avranno gia proposto domande simili ma stranamente nel momento in cui le apro appare un fastidioso messaggio di errore. GRAZIE mille per il tempo dedicatomi

Risposta

Ciao,

l’aerografo su piccole scale (1/144 ad esempio) non e’ necessario.

Si puo' ragionevolmente dipingere il modello con una mano di primer grigio
chiaro e poi procedere a pennello.

Alla fine, per evitare che si vedano dislivelli tra i diversi colori, è bene
ripassare il tutto con una mano di trasparente satinato.

Il risultato ne guadagna moltissimo.

Le parti interne vanno verniciate se sono visibili dall'esterno.

Io personalmente dedico notevole cura all'abitacolo inserendo spesso dei
pilotini in resina, colorati e con un minimo di dettagli almeno nei colori
del sedile e del casco.

Nonostante la piccola scale devo dire che fanno davvero un bell'effetto e
cambiano decisamente in meglio il risultato finale.

Infatti non è vero che un aereo in 1/144 ha pochi particolari...basta
volerglieli aggiungere di persona.

La difficoltà di un kit NON STA nel numero di pezzi che contiene, sta nel modo di realizzarlo!

Si possono mettere insieme mille pezzi seguendo le istruzioni beceramente ed ottenere uno scarso risultato, mentre un minikit di 20 pezzi, ben rifinito, puo' essere stupendo.

Non necessariamente poi un aereo o un veicolo militare deve essere sporco!

Quando si fa un'auto non gli si appiccicano mica gli insetti sul muso e sul
parabrezza, no?

Se invece vuoi assolutamente "anticarlo", puoi partire con la grafite di una normale matita per poi passare alle polveri o ai pigmenti ma piu’ dei consigli conta l’esperienza, esercitati sui vecchi modelli.

Discorso diverso e’ il dry brushing (fatto a pennello) e l’evidenziazione delle pannellature (fatto con i colori ad olio) per cui bisognerebbe aprire una nuova discussione (peraltro gia’ affrontata in altre risposte).

Smalti o acrilici e’ una scelta personale, io preferisco gli acrilici per una questione di esperienza, e poi sono diluibili in acqua al contrario degli smalti che hanno bisogno di un diluente specifico.

Giaba

PS anch’io sono di Torino...

mar*** - 13 anni fa
Registrati per commentare