Questo sito contribuisce alla audience di

Al Salotto dei vini dell'Enoteca Italiana

appuntamento con Oreno

Verticale del celebre vino toscano della Tenuta Sette Ponti guidata dal giornalista Andrea Gabbrielli. In assaggio anche l’annata 2003 considerato da Wine Spectator miglior vino d’Italia e quinto al mondo

Lo stesso paesaggio unico che ha ispirato Leonrado da Vinci per lo sfondo della celebre Gioconda ha dato vita ad uno dei vini più prestigiosi d’Italia.

Nasce infatti in un’incantevole valle aretina, nella Tenuta Sette Ponti, il vino Oreno, protagonista al Salotto dei Vini dell’Enoteca Italiana (Sala Botticelli – Centro Servizi Brà pad. 8/9) al 40° Vinitaly di Verona.

E’ infatti in programma per sabato 8 aprile alle 16.30 “Oreno: l’eccellenza italiana”, un’imperdibile verticale dell’igt Toscana guidata dal giornalista Andrea Gabbrielli che proporrà in assaggio le annate 2000, 2001 e 2003; quest’ultimo considerato miglior vino d’Italia e quinto al mondo secondo la celebre rivista americana Wine Spectator. Sangiovese, Cabernet Sauvignon e Merlot i vitigni che danno vita alle celebri bottiglie di Oreno fatta eccezione per il 2003 che, vista la cattiva annata per il Merlot, non ha visto il suo impiego.

Circa 35 ettari di vigneto, piantati nei primi anni ’60, sono andati ad aggiungersi alle viti piantate nel 1935 da Sua Altezza Vittorio Emanuele di Savoia, ed altri 20 entreranno ben presto in produzione. Questi i numeri e le caratteristiche di un vino unico nel suo genere prodotto nel cuore della Toscana da Antonio Moretti.