Questo sito contribuisce alla audience di

L’ultimo nato di “casa” Paillard si chiama Nec Plus Ultra ‘95

Un nuovo Champagne

“Firmo solo gli champagne rari” ha sempre dichiarato Monsieur Bruno Paillard e continua a farlo proponendo solo vini di indiscussa qualità. Ben 4 anni, infatti, ha dovuto attendere prima di presentare il Nec Plus Ultra ’95, importato e distribuito in Italia dalla Cuzziol & Co..

Condizioni metereologiche

Una Cuvèe nata dalla volontà di produrre il più grande vino della Champagne. Per questo tutti gli stadi di produzione sono stati seguiti attentamente, complice una grande annata (il 1995): un inverno mite e molto piovoso; un aprile caldo, agli inizi del quale germoglia lo chardonnay e circa 10 giorni più tardi il pinot nero e il pinot meunier; un continuo alternarsi di temperature al di sotto della media nei mesi di maggio-giugno, che ne blocca lo sviluppo; il miglioramento delle condizioni a fine giugno che permette finalmente la fioritura della pianta e l’accelerazione della maturità a inizi settembre, che ne posticipa la vendemmia tra il 18 settembre e il 3 ottobre. Fino ad ottenere una raccolta perfetta : uve dotate di un bell’equilibrio tra potenza e intensità, da un lato, e freschezza, garanzia di longevità, dall’altro.

Vinificazione

Si tratta di un assemblage composto al 50% da Chardonnay, vigoroso, con aromi d’agrumi, di frutti bianchi ed esotici, e 50% Pinot Nero, con un’acidità sostenuta, aromi di frutta rossa assortita e note speziate, la cui fermentazione avviene in piccoli fusti di quercia per 9 mesi durante i quali acquista il proprio aroma leggermente speziato. Con un dosaggio ridotto al minimo(5g/litro), come è di tradizione alla Maison Bruno Paillard, è una Cuvèe che, messa nel mercato nel 2006 (solo 9.393 bottiglie), gode di ben 10 anni di invecchiamento. Particolarità di questo champagne è un invecchiamento supplementare: dopo la sboccatura, infatti, ogni bottiglia viene riposta in cantina per un anno circa, prima di essere messa sul mercato.

Degustazione

Servito a temperatura di cantina o leggermente raffreddato, il N.P.U. ’95 è ottimo come aperitivo, ma anche come tutto pasto, a patto che il menu non contempli pietanze troppo speziate o dolci.

Inutile aggiungere che la vinificazione alla Maison Bruno Paillard avviene esclusivamente utilizzando la prima spremitura, la più pura. E che le uve selezionate per creare il Nec Plus Ultra 1995 provengono solo da 5 fra i 17 villaggi che hanno diritto all’appellativo “Grand Cru” : Cramant, Chouilly, Mesnil Sur Oger, Verzenay e Bouzy.

A dimostrazione che queste uve, non solo sono nate sotto la buona stella di un grande Millésime, ma sono anche della più nobile origine !

Link correlati