Questo sito contribuisce alla audience di

Al via l'asta del Barolo

Il grande appuntamento annuale di casa Gagliardo

24 settembre 2006

A La Morra si sta lavorando per la preparazione della nona edizione dell’Asta del Barolo, il grande appuntamento annuale di casa Gagliardo che si terrà Domenica 24 settembre nato per parlare di Barolo in modo diverso dal solito, con ospiti di respiro internazionale che nel salotto fra i vigneti di casa porteranno la loro testimonianza sullo stato di salute di questo grande vino, e proveranno ad aggiudicarsi le bottiglie migliori. “Lotti pregiati ed unici di un unico grande vino – specifica il padrone di casa Gianni Gagliardo – per un evento esclusivamente dedicato al Barolo”.

“L’acquirente che partecipa all’Asta è un consumatore consapevole che tra i vini pregiati del mondo ha scelto il Barolo”, continua Stefano Gagliardo. Per raggiungere gli acquirenti più lontani a partire dalla quarta edizione si sono introdotti i collegamenti via internet nelle grandi capitali del mondo. Quest’anno saranno collegati il Ritz Carlton di Hong Kong e il Raffles di Singapore (uno degli Hotel più prestigiosi del mondo, scelto anche dalla Regina Elisabetta durante la sua visita a Singapore).

Tema della nona edizione dell’Asta del Barolo è l’annata 1999. Inoltre, per la prima volta ci saranno due lotti composti da produttori misti, ma con vinificazioni di vigneti di un singolo comune (un lotto di Barolo di Barolo e uno di Barolo di Monforte d’Alba). Di particolare interesse ci sono poi due lotti speciali: le barrique da 228 litri (corrispondenti a 304 bottiglie) dell’annata 2004 di Gianni Gagliardo.

In particolare un assemblaggio dei vigneti Parafada in Serralunga d’Alba, Capalot in La Morra e Fossati in Barolo, appositamente creato per la IX Asta del Barolo e una barrique dal Vigneto Serra dei Turchi in La Morra, solitamente destinato al blend del Preve, l’etichetta di punta dell’azienda.

Questi due lotti verranno consegnati in bottiglia e l’etichetta originale di casa potrà essere personalizzata con il nome del compratore, esattamente come lo scorso anno, quando per la prima volta la famiglia Gagliardo mise all’Asta con successo una piece. Degno di altrettanta nota il lotto di beneficenza, un doppio magnum di Barolo Preve 2001, il cui ricavato andrà in favore del presidio Slow Food per lo sviluppo delle tradizionali produzioni di uvetta e pistacchi in Afghanistan.

I lotti della IX Asta del Barolo saranno in tutto 33, composti da 33 produttori e 21 annate.

Argomenti

Link correlati